Festa del Piemonte

Tre Odg per la tutela del lavoro in Te Connectivity

Tipologia articolo Comunicati stampa

Materia Affari istituzionali

Data pubblicazione
Palazzo Lascaris
Il Consiglio regionale approva anche 10 atti d’indirizzo relativi alla variazione di Bilancio.

A tutela dei lavoratori della Te Connectivity dello stabilimento di Collegno (To) che rischiano il licenziamento, il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità tre ordini del giorno: il 1737 “Crisi TE Connectvity”, primo firmatario Diego Sarno (Pd), il 1738 “La Regione tuteli i lavoratori e le lavoratrici di Te Connectivity a rischio licenziamento” di Sarah Disabato (M5s) e il 1740 “Tutela dei lavoratori della Te Connectivity di Collegno” di Sara Zambaia (Lega).

Collegati invece alla Variazione del bilancio 2023-25, l’Assemblea legislativa ha approvato 10 ordini del giorno: 1726 “Abbassamento dell’età per l’accesso al test di screening del colon retto” e 1727 “Inserimento tra le voci presenti nel nomenclatore tariffario regionale dell’elettromiografia per la diagnosi delle connettiviti indifferenziate”, prima firmataria Alessandra Biletta (Fi); 1721 “Garantire anche agli Enti del Terzo Settore l'azzeramento dell'Irap e ripristinare il fuori campo Iva per le attività mutualistiche delle Associazioni nei confronti dei soci”, 1722 “Garantire un sostegno economico alle famiglie per una reale libertà di educazione” e 1723 “Sviluppo della residenzialità in montagna”, presentati da Silvio Magliano (Moderati); 1729 “La Regione aumenti il contributo per l'acquisto di parrucche a favore delle persone residenti in Piemonte affette da alopecia a seguito di chemioterapia”, prima firmataria Sarah Disabato (M5s); 1731 “Potenziare il tempo pieno nelle scuole primarie del Piemonte”, prima firmataria Monica Canalis (Pd); 1735 “Copertura graduatoria voucher scolastici, odg collegato al ddl 228”, 1736 “Attuazione della legge regionale 9/2018, borse di studio per metodi sostitutivi alla sperimentazione animale” e 1697 “Politiche regionali di sostegno al reddito per cittadini in difficoltà”, di Francesca Frediani (M4o-Up).

Gallerie multimediali

Ufficio Stampa

Nominativo

Alessandro Bruno