Piemonte,64% imprese presente all'estero

New entries Algeria, Iran, Singapore.Ravanelli,serve più export

(ANSA) - TORINO, 17 FEB - Da una ricerca di Confindustria Piemonte su un campione di oltre mille imprese, risulta che il 64% è presente all'estero, nell'ordine in Francia, Germania, Usa, Spagna e Cina. La Gran Bretagna sparisce dagli scenari futuri, mentre si affacciano new entries come Algeria, Iran, Singapore e Paesi Bassi. A fronte del calo di domanda interna, l'internazionalizzazione è una questione di sopravvivenza e il Piemonte si sta attrezzando per restare in prima fila. Un convegno organizzato da Confindustria e Unicredit con il Ceip ha fatto il punto oggi a Torino. "In Piemonte - ha spiegato il presidente della Confindustria regionale, Fabio Ravanelli - a fronte di una contrazione della domanda interna si è registrata un'accelerazione dell'export. La crescita nel 2017-2018 può quindi avvenire qui e per questo puntiamo molto sul Ceip, che messo in campo nuove risorse anche per l'attrazione di investimenti esteri sul nostro territorio".