Protesta taxi contro sanatoria pro Uber

Emendamento fa alzare rivolta, presidi auto bianche a Torino

(ANSA) - TORINI, 16 FEB - Prosegue la protesta dei tassisti contro la "sanatoria pro Uber". Anche stamane gli autisti torinesi sono stati in presidio autorizzato davanti a palazzo civico, in attesa del voto romano in Senato sul dl milleproroghe, contenente l'emendamento che spiana la strada a multinazionali come Uber. La protesta si è poi spostata in piazza Castello. "Il margine di ripensamento è risibile - afferma Federico Rolando, portavoce nazionale di Federtaxi - questo potrebbe aprire panorami prossimi di lotta, che verranno stabiliti durante l'assemblea di categoria prevista per il 22 a Roma, prima del passaggio definitivo in Parlamento. I tassisti aspettano da settembre 2015 il promesso tavolo sulla legge delega concordato con il governo".