Collezione

La Biblioteca della Regione Piemonte "Umberto Eco" ha costruito in 40 anni la propria collezione perseguendo le seguenti finalità:

  • documentare e conservare la produzione editoriale della Regione Piemonte;
  • fornire un supporto a funzionari e consiglieri regionali nell’esercizio delle proprie funzioni, raccogliendo in modo sistematico e per quanto possibile completo, documenti in tema di legislazione e giurisprudenza regionale, nazionale ed europea;
  • documentare l’evoluzione del ruolo delle Regioni e delle autonomie locali e delle loro competenze;
  • raccogliere e conservare tutte le pubblicazioni disponibili sulla storia, l’arte e la cultura del Piemonte.

Sezioni speciali e donazioni

CEDIF

La Biblioteca, sede del Centro di documentazione e informazione femminile (CeDIF) della Consulta femminile, cura la raccolta di volumi e riviste sulla storia e la condizione delle donne, sui movimenti femministi e sul pensiero femminile.

SCUOLA DEL CONSUMO CONSAPEVOLE

 
In Biblioteca ha sede il Centro di Documentazione della Scuola del Consumo Consapevole che si propone di offrire gli strumenti conoscitivi per una visione complessiva e il più possibile esauriente sulle varie tematiche connesse ad un'idea di consumo critico, consapevole e responsabile. Comprende numerosi materiali didattici, saggi e opere narrative.

DONAZIONE MICHELOTTI

Collezione di oltre 1.600 volumi appartenuti al commediografo, scrittore, giornalista e attore di compagnie filodrammatiche, donata alla Biblioteca negli anni ’80. Raccoglie romanzi, numerosissime opere teatrali e saggi di critica letteraria e teatrale.

FONDO GIL

Raccolta dei quasi 2.000 volumi che costituivano la biblioteca della sezione torinese della Gioventù Italiana del Littorio – GIL e comprende volumi di letteratura per ragazzi, racconti di viaggio, manuali tecnici e militari e  scritti propagandistici  sull’Italia fascista.

FONDO ARCHIVISTICO GIACOSA

Importante fondo archivistico che raccoglie carte private e personali appartenute a Giuseppe Giacosa (253 unità archivistiche tra le quali si trovano numerose lettere e alcuni componimenti) donate al Consiglio regionale del Piemonte dagli eredi del grande drammaturgo piemontese.
L’archivio è stato interamente digitalizzato e può essere consultato in Biblioteca in formato elettronico.

Fondo Bonomi

Bolchini acquisito dalla Regione Piemonte nel 1995 contestualmente all’acquisto della Villa dei Laghi, nel parco La Mandria e trasferito in biblioteca nel luglio 2011. Il fondo è costituito da 3.372 opere, 5.793 unità inventariali, di cui circa quattrocento edizioni antiche, pubblicate prima del 1830