Avvocato, impegnato nell'Azione Cattolica, dopo il ritorno dall'internamento in Germania, durato 22 mesi, si dedicò alla politica. Alle elezioni amministrative del 1951 fu eletto nelle liste della Democrazia Cristiana a Ivrea, divenne capogruppo e conservò questa carica per 25 anni. Contemporaneamente era stato eletto consigliere per la Provincia di Torino. Dal 1957 alla morte fu anche presidente del Parco del Gran Paradiso; fu tra i promotori del Salone della Montagna. Dal 1965 al 1970 fu presidente della Provincia di Torino, incarico che lasciò per entrare a far parte del Consiglio Regionale da poco istituito. Fu insignito di Medaglia d'oro per i benemeriti della cultura.

Incarichi istituzionali in Regione Piemonte:

  • Presidente del Consiglio regionale (provvisorio) nel corso della seduta di insediamento il 13 luglio 1970
  • Vice Presidente del Consiglio regionale dal 13 luglio 1970 al 9 marzo 1972
  • Presidente della Commissione Statuto dal 13 luglio 1970 al 9 marzo 1972
  • Presidente del Consiglio regionale dal 9 marzo 1972 al 21 dicembre 1973
  • Presidente della Giunta regionale dal 21 dicembre 1973 a fine legislatura (1975)