Giornata degli Alpini, la sesta licenzia la Pdl

La Commissione Cultura, presieduta da Paolo Bongioanni, ha licenziato a maggioranza la Proposta di legge per l’istituzione della Giornata regionale del Valore Alpino, presentata dal primo firmatario Davide Nicco (Fdi).

Il provvedimento, che passerà ora all’esame dell’Aula (relatori lo stesso Nicco e Paolo De Marchi, Lega), prevede lo stanziamento di 100mila euro annui per il biennio 2022-2023 per il riconoscimento delle attività, dei valori e dell’impegno degli Alpini sul territorio piemontese. Un’occasione per promuoverne le attività solidaristiche e di volontariato e per diffonderne i valori storici, sociali e culturali soprattutto tra i giovani.

Si prevede l’istituzione della Giornata regionale del Valore Alpino, che si celebrerà il 16 gennaio di ogni anno, in ricordo del sacrificio degli Alpini caduti in Russia. La Regione, in collaborazione con l’Associazione nazionale Alpini (Ana) e gli Organismi consultivi del Consiglio regionale del Piemonte, s’impegna a promuovere iniziative d’informazione e di sensibilizzazione per recuperare o migliorare rifugi alpini e bivacchi, promuovere attività formative quali campi scuola per studenti, incentivare l’organizzazione di corsi di formazione e di addestramento con particolare attenzione alla tutela dell’ambiente e alla salvaguardia del territorio.

Sarà inoltre possibile, previa intesa, promuovere iniziative in collaborazione con i reparti delle truppe alpine di stanza in Piemonte, l’Ufficio scolastico regionale, gli Enti locali, i Gruppi di azione locale (Gal) e il Club alpino italiano. Attraverso il Centro Gianni Oberto – infine – la Regione provvederà a incentivare e diffondere la conoscenza della cultura legata al corpo degli Alpini attraverso borse di studio, viaggi d’istruzione e l’organizzazione di eventi culturali.