Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Progetto di storia contemporanea, al via il corso di formazione

Prende avvio oggi il corso di formazione a distanza per la preparazione dei temi proposti dal “Progetto di storia contemporanea – Resistenza, resistenze, diritti violati, diritti negati”, promosso dal Consiglio regionale del Piemonte tramite il Comitato Resistenza e Costituzione, in collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale. Gli iscritti alle lezioni sono finora 161, di cui 26 docenti di 17 istituti piemontesi, ma studenti e insegnanti hanno ancora tempo fino al 5 novembre per comunicare la partecipazione a questo bando, così come agli altri concorsi promossi dal Consiglio regionale per l’anno scolastico 2021-2022.

“Per contrastare intolleranza, razzismo e ignoranza serve un forte impegno culturale, educativo ed istituzionale, che è la ragione per cui è nato il Comitato Resistenza e Costituzione”, afferma Mauro Salizzoni, vicepresidente del Consiglio regionale delegato al Comitato. “Il Progetto di storia contemporanea ben esprime le ragioni del nostro impegno, e in 40 anni sono davvero tanti gli studenti e gli insegnanti coinvolti, a dimostrazione del fatto che c’è una grande voglia di approfondire i temi-chiave del nostro passato come del nostro presente. L’edizione di quest’anno è incentrata sui ‘diritti fondamentali’, quelli magistralmente sanciti nella prima parte della nostra Costituzione. Sarà un’occasione importante per chi rappresenta le istituzioni e per la politica tutta, per ascoltare la voce dei più giovani, capire come vengono ‘vissuti’ questi diritti e quali sono ritenuti in pericolo oppure ancora da promuovere in maniera più compiuta”.

La 41esima edizione del “Progetto di storia contemporanea, rivolta agli istituti di istruzione secondaria di primo e di secondo grado e agli Enti di formazione professionale del Piemonte, rappresenta un’occasione di studio e di ricerca sulla storia contemporanea, finalizzata all’acquisizione della conoscenza dei fenomeni storici e a una riflessione critica sul ‘900 e sulle sue eredità.

Il corso di formazione online, organizzato dagli Istituti storici della Resistenza del Piemonte, intende preparare allo svolgimento delle due tracce proposte dal concorso.

Questi i temi previsti:

“Partendo dal Titolo Primo della Costituzione e analizzando i diritti fondamentali, quali tra questi hanno maggiore impatto sui giovani e devono essere con più forza garantiti? Studiate un esempio che vi sembra particolarmente significativo e costruite un manifesto che possa rivendicarlo”.

(Per le scuole secondarie di secondo grado e per gli enti di formazione professionale).

“Quali sono i diritti dei bambini e dei ragazzi? Sono stati sempre garantiti?Conoscete esempi nel passato, anche riferiti al vostro territorio, in cui questi diritti sono stati messi in pericolo o, al contrario, promossi?”. (Per le scuole secondarie di primo grado).

Link associati