Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Bilancio, presentati 587 emendamenti

È continuato oggi con l’esame degli articoli e di alcuni dei 587 emendamenti, quasi tutti presentati dall’opposizione, il dibattito in Consiglio regionale sul Ddl sul bilancio di previsione 2021-23. Sono stati approvati gli articoli dal 4 all’11, compresi alcuni emendamenti della Giunta regionale su diversi temi: dal sostegno dei lavoratori senza ammortizzatori sociali colpiti dalla crisi pandemica al fondo regionale sul lavoro agile, dal contributo per l’organizzazione delle Universiadi a Torino nel 2025 al fondo per l’acquisizione delle aziende in crisi. Per alcuni la minoranza ha dato voto positivo.
Bocciati invece gli emendamenti presentati dall’opposizione: dal piano per le assunzioni del personale sanitario al sostegno alle imprese alluvionate lo scorso ottobre, fino alla tutela del commercio che opera in aree in crisi per l’apertura di cantieri.
L’assemblea è ora impegnata sull’illustrazione degli emendamenti all’articolo 2. Tra gli altri sono stati presentati quelli per il sostegno al sistema radiotelevisivo, da parte di Monica Canalis (Pd), Silvio Magliano (Moderati), Marco Grimaldi (Luv) e Paolo Ruzzola (Fi). 
L’assessore al bilancio Andrea Tronzano, per non rallentare l’approvazione del bilancio per gli strascichi tecnici che avrebbero provocato,  ha chiesto di stralciare gli emendamenti e gli ordini del giorno su questo tema, proponendo di affrontarlo con una apposita commissione in sede legislativa subito dopo l’approvazione del provvedimento. Le opposizioni hanno preferito mantenere gli emendamenti. Al momento, quindi, sono una quindicina gli emendamenti votati su un totale di quasi 600 e la seduta prosegue con l’illustrazione di alcuni tra questi. Il dibattito proseguirà nelle prossime sedute.