Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Approvati sei ordini del giorno

Sono stati otto gli atti di indirizzo trattati al termine dell’ultima seduta consiliare del 2020, il 29 dicembre. Di questi sei sono stati approvati, uno respinto e uno rinviato per approfondimenti.

Di seguito i sei approvati.

Ordine del giorno 267 “Implementazione della Rete Regionale Ambulatori Malati Complessi - 'Transitional Care' e facilitazioni per i caregivers” presentato dal primo firmatario Alessandro Stecco (Lega). Il documento impegna la Giunta regionale “A predisporre, sul modello dell’ambulatorio Transitional Care, una rete di primo e secondo livello di Ambulatori Polispecialistici dedicati alla gestione dei malati con patologie congenite complesse”. “A predisporre percorsi di pronto soccorso dedicati alla disabilità presso i DEA delle ASR dove tali pazienti sono in carico”. “A predisporre specifiche convenzioni per supportare le famiglie che vengono da lontano e a fornire alle famiglie un supporto tecnico amministrativo per far transitare tutto il materiale documentale del fascicolo del paziente nel fascicolo sanitario elettronico”.

Mozione 113 “Adozione di un Piano regionale per la bioeconomia e l’economia circolare”, con primo firmatario Domenico Rossi (Pd). La mozione impegna la Giunta regionale a partecipare al “Tavolo di lavoro nazionale sulla bioeconomia” presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, oltre ad istituire un “Tavolo regionale sulla Bioeconomia” e ad adottare un “Piano regionale per la bioeconomia ed economia circolare”.

Ordine del giorno 385 presentato dal Movimento 5 stelle, primo firmatario Giorgio Bertola. Il documento impegna la Giunta “entro un anno, ad effettuare una ricognizione aggiornata del fabbisogno di trattamento della frazione organica proveniente dalle raccolte differenziate e ad approfondire le peculiarità della localizzazione degli impianti di recupero della frazione organica per la produzione di biogas e di biometano al fine di valutare la necessità di definire eventuali ed ulteriori criteri specifici di localizzazione”.

Ordine del giorno 440 “Prevenzione dei suicidi, urge anche in Italia una normativa nazionale: la Regione solleciti in questo senso Governo e Parlamento”, primo firmatario Silvio Magliano (Moderati), impegna la Giunta regionale “a sollecitare il Governo ed il Parlamento affinché sia approvata una normativa nazionale di riferimento in materia di prevenzione del suicidio e degli atti di autolesionismo”.

Ordine del giorno 456 “Prevenzione del suicidio in età adolescenziale”, prima firmataria Francesca Frediani (M5s), impegna la Giunta “ad attivarsi a livello nazionale affinché venga approvata al più presto una normativa sulla prevenzione dei suicidi, con particolare riferimento ai bambini e agli adolescenti; potenziare i servizi di psicologia dell’età evolutiva e di neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza per una corretta ed efficace presa in carico dei soggetti maggiormente a rischio; prevedere  la  presenza  di  un  gruppo  multidisciplinare  all'interno  dei  suddetti  servizi  delle  ASL  che  si  occupi in maniera specifica della presa in carico di famiglie e gruppo classe in seguito al lutto; - elaborare un piano per la prevenzione del suicidio da attuare soprattutto nelle scuole, avvalendosi della collaborazione con le associazioni del territorio e l'ordine degli psicologi regionale e nazionale”.

Ordine del giorno 275 “Valorizzazione culturale, turistica e sportiva delle fortificazioni alpine piemontesi”, prima firmataria Monica Canalis (Pd). Il documento impegna la Giunta regionale a censire tutte le fortificazioni alpine del Piemonte, valutare il loro stato di conservazione e di accessibilità ed elaborare progetti di valorizzazione culturale, turistica e sportiva mediante la creazione di un apposito marchio, anche in vista di una possibile candidatura come Patrimonio dell’Umanità Unesco.

Infine l’ordine del giorno 404 “Ripristino delle corse ferroviarie sospese”, presentato dal consigliere Maurizio Marello (Pd) è stato respinto. Mentre l’ordine del giorno 435 “Iniziative per contrastare l’elusione fiscale delle multinazionali e Pandemic tax", primo firmatario Marco Grimaldi (Luv), è stato rinviato a una prossima seduta del Consiglio regionale.