Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Visita dell'Udp della quarta Commissione al Lorusso e Cotugno

I componenti dell’Ufficio di presidenza della Commissione Sanità – il presidente Alessandro Stecco e i vicepresidenti di maggioranza Andrea Cane e di minoranza Domenico Rossi – hanno svolto una visita alla Casa circondariale Lorusso e Cutugno di Torino: la prima di una serie negli Istituti penitenziari piemontesi per affrontare i temi della sanità e dell’emergenza Covid-19.

Con il garante regionale delle persone detenute Bruno Mellano, erano presenti anche la garante comunale di Torino Monica Cristina Gallo, la direttrice del carcere Rosalia Marino, il capodipartimento dell’Asl Città di Torino Roberto Testi e il coordinatore della Rete regionale della sanità penitenziaria Antonio Pellegrino.

Tra gli elementi positivi riscontrati, i componenti della Commissione sottolineano “l’allestimento, nelle diverse sezioni, di punti attrezzati per le videochiamate per permettere ai detenuti di mettersi in contatto con i propri familiari a distanza”. Tra le criticità, “il numero crescente di nuovi ingressi, in sovrannumero di circa 300 unità, in una struttura che ha urgente necessità di riammodernamento e riqualificazione, in particolar modo per quanto riguarda il Centro clinico e i servizi sanitari”.

“È necessario - concludono - prevedere risorse per reclutare personale sanitario all’interno del carcere. Bisogna superare i problemi strutturali e affrontare le criticità”. 

La casa circondariale Lorusso e Cutugno, che ospita oltre 1.300 detenuti e più di 800 tra agenti di polizia penitenziaria, educatori e personale di supporto, è il punto di riferimento per il Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria (Dap) per la presenza di sezioni speciali dedicate a casistiche sanitarie complesse.