Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Assestamento: "più fondi contro l'usura"

Giorgio Bertola (M5s) e Davide Nicco (Fdi), durante la discussione in prima Commissione dell’assestamento del bilancio di previsione finanziario 2020-2022, presieduta da Carlo Riva Vercellotti, hanno richiesto di prevedere un intervento per contrastare l’usura e il sovra indebitamento. La situazione è infatti peggiorata per molti cittadini e imprenditori piemontesi, specie con la pandemia. Su questo tema l’Aula aveva approvato alcuni mesi fa all’unanimità un ordine del giorno che prevedeva la costituzione di un organismo regionale di composizione della crisi. L’assessore al bilancio Andrea Tronzano ha spiegato che nel 2020 per il contrasto all’usura sono stati già stanziati 300mila euro e si potrebbe valutare l’utilizzo per dare sostanza all’ordine del giorno.
Per quanto riguarda invece il bollo auto, la previsione di accertamento e di incasso per il 2020 è stata ridotta, con un ammanco di 109 milioni di euro circa, collegata al forte rallentamento nell’attività di accertamento nella fase dell’emergenza, ma ciò non significa che questa cifra sia persa, perché potrà essere recuperata negli anni successivi. La mancata reiscrizione del credito a bilancio sul 2021 e 2022 è avvenuta a titolo prudenziale per non sovrastimare le entrate e favorire quindi l’equilibrio di bilancio. Questa la risposta dell’assessore Tronzano e dei funzionari regionali alla richiesta del consigliere Sean Sacco (Ms5) che chiedeva spiegazioni sulla mancata riscossione della tassa automobilistica, sospesa fino a giugno 2020 per la pandemia.
Durante la seduta il gruppo Pd con Raffaele Gallo e Diego Sarno ha sottolineato la necessità di disporre di un quadro generale il più possibile aggiornato sulle risorse di bilancio non solo stanziate ma effettivamente assegnate o che saranno assegnate a breve. Daniele Valle ha lamentato i ritardi dei bandi a favore del settore cultura, per il quale non solo state previste risorse aggiuntive ma solo procedure semplificate e ha auspicato che sul 2021 si iscrivano risorse ulteriori per la cultura.
Quanto al documento di assestamento nel suo complesso, l’assessore ha espresso il desiderio di arrivare in tempi brevi all’approvazione, avendo natura tecnica, dichiarandosi disponibile ad approfondire numerosi temi successivamente, in sede di bilancio di previsione 2021.
Marco Grimaldi (Luv) ha chiesto la possibilità di un approfondimento sulle risorse effettivamente spese per la fase della pandemia e con la consigliera Francesca Frediani (M5s) ha sollecitato chiarimenti su alcuni temi che a causa dell’emergenza erano stati rimandati all’assestamento, fra questi i voucher scuola. 
Sergio Chiamparino (Pd) ha quindi proposto di favorire attraverso la riunione dei capigruppo una velocizzazione dei lavori di commissione per arrivare all’approvazione dell’assestamento in tempi brevi e al contempo definire le priorità del 2020 che potrebbero trovare risposta in una successiva variazione di bilancio. 
Tronzano ha espresso disponibilità in tal senso, fermo restando il vincolo delle risorse per poter procedere alle variazioni di bilancio richieste.
Durante la discussione sono intervenuti anche i consiglieri Monica Canalis (Pd), Federico Perugini e Sara Zambaia (Lega). La prossima seduta della prima Commissione è convocata giovedì 12 alle 15.30.