Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Atp Finals, approvati 7,5 milioni dalla Regione

Un contributo pluriennale complessivo di 7,5 milioni di euro è la cifra che la Regione Piemonte ha stanziato per promuovere la candidatura del Comune di Torino all’organizzazione del torneo internazionale di tennis professionistico Atp Finals 2021-2015.

Lo stabilisce uno specifico articolo del Disegno di legge 366 che prevede Ulteriori disposizioni di riordino dell’ordinamento regionale, approvato a maggioranza lunedì 5 marzo dalla prima Commissione riunitasi in sede legislativa sotto la presidenza del vice Elvio Rostagno.

Il provvedimento, illustrato dal vicepresidente della Giunta Regionale Aldo Reschigna e dall’assessore all’Ambiente Alberto Valmaggia, prevede anche alcune novità, tra le quali la figura del Disability manager per favorire l’attuazione delle politiche che promuovono i diritti e l’integrazione delle persone con disabilità.

Al fine di evitare possibili contenziosi, viene poi abolita la commissione a favore della Società di committenza Regione Piemonte (Scr) per appalti e forniture, e - come previsto dall’emendamento approvato di Francesca Frediani (M5s) - la Regione potrà costituirsi parte civile nei procedimenti per reati a sfondo mafioso già in fase di giudizio preliminare.

È stato sull’articolo tre, che prevedeva disposizioni per la riorganizzazione della governance del servizio dei rifiuti urbani, che si è accentuato lo scontro tra la Maggioranza e i Gruppi di opposizione Mns e Forza Italia. In particolare Gian Luca Vignale e Andrea Fluttero, hanno manifestato perplessità e contrarietà alla modalità di costituzione della Conferenza d’ambito regionale e al ruolo dei consorzi di area vasta.

Davanti alla comunicazione che gli stessi consiglieri, unitamente ad Andrea Tronzano (Fi) avrebbero ritirato l’appoggio legale all’effettuazione della seduta legislativa, la Giunta, tramite un emendamento “ad hoc”, ha di fatto soppresso l’articolo stralciando l’argomento.