Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Bollo auto: Odg chiede prescrizione breve

Impegnare la Giunta regionale a valutare la possibilità di ridurre da cinque a tre anni il termine di prescrizione del bollo auto. È quanto richiede l’ordine del giorno presentato dal primo firmatario Benito Sinatora (Lega Nord) approvato con l’accordo di tutti i partiti, nell’ultima seduta del Consiglio regionale.

L’intento del documento è uniformare i termini di prescrizione del bollo alla normativa statale, avvallata dalla giurisprudenza della Corte di cassazione, che prevede che il bollo si prescriva su tutto il territorio nazionale in tre anni e non in cinque, come stabilito dall’articolo 5 della legge regionale 20 del 2002.

Sempre con l’accordo di tutti i gruppi, l’Assemblea ha approvato altri sei atti d’indirizzo sui seguenti temi: istituzione del fascicolo di fabbricato (primo firmatario Elvio Rostagno, Pd), ripristino della linea Alessandria-Ovada (prima firma Paolo Mighetti, M5s), assegnazione contestuale del pediatra di libera scelta e di codice fiscale del neonato direttamente presso il punto nascita e inserimento della via ciclabile della valle Bormida all’interno del Progetto di rete ciclabile d’interesse regionale (prima firma di entrambi Valentina Caputo, Pd), futuro dell’Ospedale Martini di Torino (prima firma Mario Giaccone, (Chiamparino per il Piemonte) e sulla risoluzione della crisi catalana e intervento delle Istituzioni europeee (primo firmatario Luca Cassiani, Pd).