Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Il benessere nel segno della tradizione

"Grande entusiasmo per questa ultima tappa di legislatura degli Stati generali dello sport e del benessere. Abbiamo avviato un percorso per cambiare gli stili di vita dei piemontesi e sensibilizzare amministratori locali e mondo dell'associazionismo sull'importanza di avviare quella che è prima di tutto una rivoluzione culturale. Mantenersi in salute attraverso l'attivita fisica e la corretta alimentazione, unici farmaci a costo zero per vivere in salute e più a lungo".

Così si è espressa la vicepresidente del Consiglio regionale, Angela Motta, nel corso del workshop “Sport e origini: le forme del benessere”, momento centrale della quarta tappa del cammino degli Stati generali dello sport e del benessere svoltasi oggi a Santo Stefano Belbo (Cn).

L’evento moderato da Luciano Gemello, Phd in Metodologie molecolari e morfo-funzionali applicate all’esercizio fisico Università degli studi di Urbino, si è tenuto presso il White space - Relais San Maurizio in Località San Maurizio, 39 ed è stato organizzato dagli Stati generali e dalla Consulta regionale dei Giovani, in collaborazione con la Fondazione Gallo per la cultura e la valorizzazione del territorio.

Dopo i saluti istituzionali della vicepresidente del Consiglio regionale, Angela Motta, del sindaco di Santo Stefano Belbo, Luigi Icardi e del presidente della Fondazione Gallo, Pierdomenico Gallo, vi sono stati gli interventi di: Cinzia Scaffidi, docente dell’Università di Scienze gastronomiche di Pollenzo, Lucia Bioletti, titolare di cattedra nell’ambito del corso di laurea in dietistica all’Università di Torino, Liliana Allena, presidente Fiera Internazionale del Tartufo di Alba, Fabrizio Cocino, consigliere della Federazione italiana pallapugno e Claudio Galli già campione del mondo di pallavolo e commentatore di RaiSport.

Ad amministratori pubblici e autorità del territorio, ai rappresentanti delle categorie, dell’associazionismo e delle organizzazioni sindacali, al mondo della scuola e dell’informazione intervenuti è stato chiesto di impegnarsi pubblicamente e di  assumere un ruolo da protagonista nella comunicazione di un nuovo concetto di benessere per le persone e per l’intera collettività. Con questa motivazione è stato loro consegnata la pergamena di “Ambasciatore del Benessere”.

Come media partner ha partecipato la testata giornalistica regionale Rai.

 

Link associati