Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

A San Valentino… La parola al “primino”!

“Tra gli ‘ingredienti’ in grado di salvare il mondo ci sono la cultura e l’amore. Per questo è bello, nel giorno dedicato agli innamorati, puntare l’attenzione sulle ‘ricette’ che insegnano a mediare i conflitti a scuola. Rancore, rabbia e solitudine possono esserci compagni in alcune situazioni ma non ci aiutano a vivere meglio; essere amici, aprirsi agli altri e condividere sono invece fondamentali per imprimere una marcia in più alla qualità della vita”. Con queste parole il presidente del Consiglio regionale Nino Boeti ha accolto gli studenti e le studentesse che questa mattina a Palazzo Lascaris hanno preso parte all’evento “In(s)contro - San Valentino… La parola al ‘primino’!”, che si colloca nell’ambito delle iniziative promosse dall’Assemblea legislativa piemontese in occasione della Giornata nazionale contro il bullismo.

“Quando non sono gestiti, non di rado i conflitti possono degenerare in bullismo. È importante imparare a mediare e a confrontarsi senza scontrarsi, soprattutto quando si hanno temperamenti accesi e idee diverse”, ha dichiarato la garante regionale dell’Infanzia e dell’Adolescenza Rita Turino, che ha organizzato l’iniziativa in collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale, UndeRadio - la web radio under 18 di Save the Children - e le Associazioni Essere umani, Relazioni&Conflitti e Resolutia, impegnate sul fronte della mediazione, coinvolgendo gli allievi e le allieve degli Istituti Edmondo De Amicis di Cuneo, Felice Casorati di Novara, Giuseppe Curioni di Romagnano Sesia (No), Gobetti Marchesini Casale Arduino, Carlo Levi e Niccolò Tommaseo di Torino, Paola Garelli di Tetti Francesi di Rivalta (To) e Galileo Ferraris di Trino Vercellese (Vc).

A dare il via alla giornata è stata la diretta radiofonica sulle frequenze di Radio Flash in cui studenti e studentesse, incalzati da Aline Silva e Federico Fais di UndeRadio, hanno condiviso esperienze personali che hanno spaziato dal rischio di essere coinvolti in amicizie troppo esclusive che - quando si rompono - rischiano di trascinare in vortici di dispetti e di rivalse alla necessità di “mettere in moto” il cervello prima delle mani quando si riceve un torto; dall’importanza di superare umiliazioni e prese in giro attraverso la capacità di stabilire un dialogo alla capacità di scavalcare luoghi comuni e pregiudizi per conoscere davvero i compagni.

Dopo la proiezione del video del brano rap “Imparando a essere grande”, realizzato da Save the Children con il Comune di Torino e le Cooperative sociali "Esserci" e "Terremondo", si sono svolte una simulazione di mediazione di conflitti tra pari proposta dagli studenti e dalle studentesse dell’Istituto Avogadro di Torino accompagnati dalla professoressa Donatella Panaro e una dimostrazione di Aikido degli allievi e delle allieve dell’Associazione sportiva dilettantistica Shisei di Torino accompagnati dal maestro Nino Dellisanti (VI Dan Aikikai).

“L’Aikido – ha sottolineato Dellisanti – è una metafora della mediazione dei conflitti poiché non mira a offendere l’avversario ma a prenderne le distanze e ad abbassarne il livello di offesa”.

La mattinata è proseguita con la tavola rotonda condotta e moderata da Laura Peinetti, laureanda all’Università di Giurisprudenza di Torino con tesi sui processo di mediazione in Norvegia, incentrata sull’esame di buone pratiche come quelle portate avanti da UndeRadio per l’integrazione, dal Progetto per Tommaso, nato dalla collaborazione tra Rotary Club Val Ticino e Dipartimento materno infantile dell’Asl di Novara per accompagnare i ragazzi in una navigazione sicura su Internet e da Human Youngle, che offre sostegno e aiuto in modo anonimo attraverso Facebook.

Dopo la performance musicale degli allievi del Liceo classico e musicale Cavour di Torino accompagnati dal professor Gianpiero Lobello, sono intervenuti per i saluti finali l’assessore alle Politiche sociali Augusto Ferrari, il consigliere Domenico Rossi, presidente della Commissione Sanità, ed Elena Ferrara dell’Ufficio scolastico regionale.

Erano presenti all’evento il componente dell’Ufficio di presidenza Giorgio Bertola e i consiglieri Silvana Accossato, Valentina Caputo e Francesca Frediani.

Link associati