Finanziato il recupero di due dipinti di Palazzo Reale

Il contributo economico del Consiglio regionale anche quest'anno ha permesso di restaurare due quadri di grande formato esposti al pubblico a Palazzo Reale: due dipinti ad olio di metà Ottocento che si trovano nella Galleria della Sindone: "Lutto del Piemonte" di Gaetano Ferri (1855) e "Guglielmo Embriaco all'assedio di Cesarea vi ritrova il Sacro Catino nel 1101" di Vincenzo Rasori (1846).

Alla presentazione delle opere restaurate, che si è svolta il 1° febbraio nella Sala delle Guardie Svizzere a Palazzo Reale, ha portato il saluto istituzionale la consigliera regionale Valentina Caputo: "Questa attenta opera di restauro, che è stata possibile grazie all'accordo stretto da anni con i Musei Reali, ha permesso di riportare al loro antico splendore due opere che da tempo erano diventate quasi illeggibili e che oggi invece fanno bella mostra di sè nella Galleria di accesso alla Cappella della Sindone. Il Consiglio regionale - ha concluso - è lieto di aver potuto dimostrare anche in questo caso la propria attenzione per la salvaguardia e la tutela delle opere d'arte della nostra regione". 

Per illustrare l'opera di restauro sono intervenuti: la direttrice dei Musei Reali Enrica Pagella, il curatore delle collezioni di Palazzo Reale Franco Gualano, e le restauratrici della Cooperativa Koinè che hanno realizzato il lavoro Anna Luisa Gabino e Allegra Carlone.

Il protocollo d'intesa tra il Consiglio regionale del Piemonte, i Musei Reali e l'associazione Amici di Palazzo Reale, siglato nel 2013 e conclusosi con questi restauri nel 2018, ogni anno ha finanziato con 10mila euro i restauri di alcuni spazi di Palazzo Reale: i primi tre anni i lavori hanno interessato diverse parti dell'arredo e della decorazione della Sala della Colazione, nel 2016 la Cappella di Carlo Alberto annessa alla Sala delle Udienze e nel 2017 la balaustra in legno del '700 della Sala del Trono.