Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

“Tocca a me”

Si può parlare di violenza anche attraverso la musica e la danza. È quanto è accaduto lo scorso 30 novembre,  sul palco del teatro del Gruppo Abele a Torino, con lo spettacolo teatrale “Tocca a me”, realizzato dall’associazione Stelo onlus in collaborazione con la Consulta elette del Consiglio regionale del Piemonte. Tre storie di donne vittime di violenza tratte dalla raccolta “Conciliare stanca”del regista e scrittore Francesco Zarzana, raccontate dalla voce dell’attrice  torinese Maria Alberta Navello.

“Abbiamo scelto di promuovere con entusiasmo questo spettacolo - ha dichiarato Stefania Batzella, presidente della Consulta Elette - perché s tratta di qualcosa che non finisce quando si riaccendono le luci, ma rappresenta l’inizio di un percorso articolato di confronto e conoscenza, che coinvolge il pubblico e crea uno scambio tra gli attori, la platea e gli esperti invitati a partecipare. Un’esperienza collettiva che ricorda come la violenza contro le donne riguardi tutti, nessuno escluso, e che dà la possibilità di uscire dalla sala portandosi dentro qualcosa di nuovo e profondamente concreto”.

Ogni giorno siamo costretti a dover ascoltare, impotenti, storie di violenze già avvenute. Con questo evento, primo di una serie,  Stelo Onlus vuole farsi promotore di nuove e differenti forme di educazione al rispetto e alla non-violenza” ha puntualizzato la presidente dell’associazione Liuba Forte.

Al dibattito organizzato a seguito della messa in scena,  hanno partecipato Rosanna Paradiso, esperta antitratta della Città metropolitana in forza alla Procura di Torino, la commissaria Paola Fuggetta per la Questura di Torino, Igino Magagno esperto Osservatorio Violenza della Città di Torino, Marco Giusta assessore comunale alle Politiche per la famiglia,  Francesca Troise, presidente della Circoscrizione 3 di Torino e l’avvocato Elisabetta Malagoli esperta di diritto di famiglia