Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

A dicembre bando di 9,4 milioni per rinnovo veicoli commerciali

"Entro metà dicembre la Regione pubblicherà il bando per la concessione dei contributi per il rinnovo dei veicoli commerciali N1 e N2. Il bando rimarrà attivo fino all'esaurimento delle risorse finanziarie e, comunque, non oltre 12 mesi”. Potranno partecipare le Pmi interessante al rinnovo del parco automezzi. A darne notizia in Aula, nell'ambito del question time, l’assessore all'ambiente Alberto Valmaggia in risposta all'interrogazione di Valentina Caputo (Pd) che chiedeva di conoscere i tempi di attuazione delle misure relative alla concessione di contributi a fondo perduto per sostenere le micro, piccole e medie imprese nella rottamazione dei veicoli commerciali.

Lo scorso 23 ottobre il Consiglio ha approvato il disegno di legge che prevede l’utilizzo di 200 milioni resi disponibili dalla riduzione del capitale sociale di Finpiemonte, in favore dell’economia piemontese. Tra gli interventi che verranno finanziati, sono stati stanziati 5,4 milioni di euro per la modernizzazione del parco auto delle realtà produttive che si sono aggiunti ai 4 milioni di euro a fondo perduto già previsti per questo scopo. “Per quanto riguarda i 200 milioni derivati dalla riduzione del capitale sociale di Finpiemonte - ha aggiunto l’assessore -  le tipologie di investimento ammesse e le modalità di accesso ai fondi di garanzia verranno discusse in un incontro programmato per il 20 novembre prossimo tra le direzioni regionali coinvolte e le associazioni di categoria delle diverse filiere interessate, in un’ottica di confronto e condivisione. Per i fondi di garanzia si utilizzeranno invece le misure già attivate “Accesso al Fondo PMI” e “Tranched Cover”.

“In una condizione di bilancio molto complessa – ha sottolineato la consigliera Caputo -  queste risorse rappresentano un sostegno importante per le imprese che devono sostituire auto e veicoli inquinanti che sono o saranno bloccati dalle misure per la lotta allo smog. È importante che il bando sia aperto fino all’esaurimento delle risorse e che sia convocata una riunione in cui sono coinvolte le associazioni di categoria, in un percorso di condivisione con chi è espressione delle micro, piccole, medie imprese che già negli ultimi anni hanno patito la forte crisi economica. Altrettanto strategico è attuare misure che vadano incontro ai soggetti che hanno difficoltà a ottenere finanziamenti e prestiti dalle banche”.

Durante la sessione del question time è stata data risposta anche alle interrogazioni di  Roberto Ravello (Fratelli d’Italia) su avvio percorso privatizzazione della sanità regionale di Stefania Batzella (Movimento libero e Indipendente) su Day service infantile del presidio ospedaliero di Susa; di Silvana Accostato (Liberi e Uguali) su nomina direttore amministrativo Arpa Piemonte; di Marco Grimaldi (Liberi e Uguali) sul futuro del poliambulatorio di Alpignano; di Daniele Valle (Partito democratico) su ambulatorio Transitional Care nella Città della salute; di Gian Luca Vignale (Movimento nazionale per la sovranità) sull’uroflussometro dell’ospedale di Vercelli; di Francesca Frediani (Movimento 5 stelle) sulla tutela lavoratori CIC di Banchette; di Federico Valetti (Movimento 5 stelle) sulle risorse per le linee ferroviarie sospese  e potenziamento delle linee in esercizio in Piemonte; di Giorgio Bertola (Movimento 5 stelle) sui gravi disservizi CUR-Nue 112; di Maria Carla Chiapello (Moderati) sull’estensione della durata dlle impegnative mediche per visite e esami. 

Link associati