Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

La Regione chiede la potestà concessoria sulle autostrade

“Per garantire uno sviluppo armonico del territorio regionale, attraverso la valorizzazione delle proprie risorse e peculiarità, nonché sotto il profilo della sicurezza e del miglior utilizzo delle reti, è necessario richiedere piene competenze regionali in materia di infrastrutture strategiche d’interesse regionale, di potestà concessoria in merito alle autostrade”. In altri termini, nel caso l’autonomia differenziata del Piemonte si realizzasse, sarebbe la Regione a fare la gara per selezionare i concessionari autostradali e non lo Stato. 
Questa una delle richieste illustrate dalla Giunta regionale nella seduta odierna della Commissione Bilancio, presieduta da Elvio Rostagno, dove si è parlato della proposta di deliberazione 343 “Attuazione dell’articolo 116 della Costituzione per il riconoscimento di un'autonomia differenziata della Regione Piemonte”. 
Per la Regione, in materia di trasporti e infrastrutture, è intervenuto l’assessore Francesco Balocco mentre, per lavoro, istruzione e formazione professionale, ha parlato l’assessora Gianna Pentenero, secondo la quale nel programmare e realizzare “un’offerta educativa e formativa coerente con le specificità dei sistemi produttivi territoriali e del conseguimento degli obiettivi di incremento dell’occupazione e di riduzione del tasso di dispersione scolastica, occorre riconoscere e attribuire alla Regione ulteriori competenze, anche normative, e risorse in materia di istruzione tecnica e professionale, istruzione e formazione professionale e istruzione universitaria”. 
L’illustrazione della delibera proseguirà la prossima settimana.

La Commissione ha poi deciso l'audizione con i firmatari della petizione popolare a sostegno di una nuova legge elettorale regionale basata sui collegi uninominali, per il 15 ottobre alle ore 14.

Link associati