Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Autonomia differenziata, sì condizionato

Riconoscimento di un’autonomia differenziata della Regione Piemonte, tutela e valorizzazione della rete ferroviaria regionale, erogazione del servizio telematico per la trasmissione delle comunicazioni in materia edilizia: sono i temi trattati nell'ultima seduta del Consiglio delle Autonomie locali (Cal) presieduto da Mauro Barisone.

In particolare, sulla proposta di deliberazione 343, “Attuazione dell’art. 116, terzo comma, della Costituzione per il riconoscimento di un’autonomia differenziata della Regione Piemonte” è stato espresso parere favorevole all’unanimità condizionato ad un maggiore impegno della Regione a rendere effettiva la cooperazione con gli enti locali in tutta la propria legislazione di settore, a riformare le leggi che regolano il “sistema delle conferenze” e a consultarli non solo in questa fase ma anche rispetto alle ricadute di un effettivo riconoscimento di maggiori forme di autonomia differenziata.

Anche sulla proposta di legge 291, “Disposizioni per la tutela, la valorizzazione e il pieno impiego della rete ferroviaria regionale” il Cal ha dato parere favorevole condizionato ad alcune osservazioni che richiedono un maggior coordinamento con le disposizioni regionali vigenti, in particolare per quanto riguarda le funzioni dell’Agenzia per la mobilità piemontese, oggi interlocutore principale degli enti locali in tema di trasporti. Inoltre, il parere pone l’accento sulla mancanza di un’adeguata previsione finanziaria per garantire l’effettiva valorizzazione delle tratte ferroviarie sospese e dismesse, che di fatto non consentirebbe alla legge di conseguire i risultati attesi.

Parere favorevole all’unanimità, infine, sulla proposta di regolamento per l’erogazione del servizio telematico per la trasmissione e lo scambio di dati e informazioni relativi all’edilizia.