Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Tutela delle reti ferrovie storiche piemontesi

Non dismettere le storiche ferrovie del Piemonte, anzi preservarle e utilizzarle al meglio. Questo il senso del documento di cui si è occupata oggi la Commissione Trasporti, presieduta da Nadia Conticelli, con le prime determinazioni sulla proposta di legge - presentata dal Movimento 5 stelle -  "Disposizioni per la tutela, la valorizzazione e il pieno impiego della rete ferroviaria regionale".

Il testo è stato illustrato alla Commissione dal consigliere Federico Valetti (M5s) che ha sostenuto la necessità di conservare le linee ferroviarie regionali per salvaguardare i tracciati storici: "Le ferrovie sono nate in molti casi prima dei tracciati stradali, quando ancora il paesaggio era vergine, con la presenza di pochissimi insediamenti abitativi. Per questo motivo i tracciati delle linee ferroviarie regionali sono perlopiù rettilinei e regolari nel loro andamento. Si tratta di un patrimonio storico non replicabile per le mutate condizioni del territorio che oggi è ricco di insediamenti urbani. Questa è una legge di principio - ha concluso il consigliere Valetti - non dobbiamo permettere che le linee e le gallerie ferroviarie vengano dismesse e adibite ad altri usi".

In merito a questa proposta di legge la Commissione ha stabilito di effettuare le consultazioni online dei soggetti interessati che sono aperte sino al 7 settembre sul sito del Consiglio regionale, a questo link. Successivamente la pdl verrà presentata al Consiglio delle Autonomie Locali per l'espressione del parere di sua competenza.