Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Sanità privata: “Contratto da rinnovare subito”

“Proporrò ai presidenti della Conferenza delle Assemblee legislative delle Regioni e delle Province autonome di sottoscrivere un ordine del giorno per chiedere al Governo di rinnovare in tempi brevi il contratto nazionale dei lavoratori e delle lavoratrici della sanità in servizio presso le strutture private Aris Aiop”. Lo ha annunciato il presidente del Consiglio regionale Nino Boeti nel corso dell’incontro con una delegazione di sindacati e dipendenti ricevuta in tarda mattinata a Palazzo Lascaris.

All’incontro, alla presenza dell’assessore regionale alla Sanità Antonio Saitta e del presidente e del vicepresidente della quarta Commissione Domenico Rossi e Davide Bono, i delegati di Cgil, Cisl e Uil Gabriella SemeraroTiziana Tripodi Roberto Scassa hanno spiegato che “i lavoratori e le lavoratrici attendono dal 2007 che venga rinnovato il contratto nazionale di lavoro e dopo un anno di apertura del negoziato nazionale non si è ancora raggiunta l’intesa”.

“Reputiamo non più accettabile - hanno sottolineato - il procrastinarsi di tale situazione, tenuto conto che il 23 febbraio è stata sottoscritta l’ipotesi per il rinnovo del contratto nazionale della Sanità pubblica, firmato definitivamente il 21 maggio”.

Anche l’assessore Saitta ha assicurato l’impegno della Regione a fare quanto possibile nei confronti del Governo.

All’incontro erano presenti i consiglieri Andrea Tronzano (Fi), Alfredo Monaco (Rete civica), Gian Luca Vignale (Mns) e l’assessora al Lavoro Gianna Pentenero.

 

Inserimento lavorativo di persone con disabilità psichica

Il presidente Boeti, alla presenza dell’assessora Pentenero, ha anche moderato l’incontro con i rappresentanti dell’Associazione + Diritti Onlus di Settimo Torinese (To) in merito all’inserimento lavorativo di persone con disabilità psichica.

La presidente dell’Associazione Maura Formica ha denunciato le crescenti difficoltà per le persone affette da disabilità psichica nel trovare un impiego.

Pentenero ha ricordato come non siano più consentite dalla legge le chiamate dirette dei disabili negli enti pubblici e come sia necessario riprendere anche per le persone con malattia psichiatrica percorsi d’inserimento virtuosi.

All’incontro erano presenti i consiglieri Enrica BariccoPaolo AllemanoDaniele ValleAndrea Appiano (Pd), BonoFrancesca Frediani, Gian Paolo Andrissi (M5s), Vignale (Mns), Stefania Batzella (Mli) e gli assessori al Bilancio Aldo Reschigna e alle Politiche sociali Augusto Ferrari.