Salone del Libro, dipendenti Fondazione ricevuti in Consiglio

Sono stati ricevuti questa mattina a Palazzo Lascaris, a margine dei lavori d’Aula, alla presenza del presidente del Consiglio Nino Boeti e del vicepresidente della Giunta Aldo Reschigna, i dipendenti dell’ex Fondazione per il Libro in liquidazione, attualmente distaccati tra Circolo dei Lettori e Fondazione per la Cultura e in scadenza di contratto il 30 giugno.

“Diversamente da quanto prospettato in occasione del tavolo di crisi di lunedì scorso - ha detto il sindacalista di Cgil Dante Ajetti - in cui per i dodici lavoratori avevamo ottenuto l’impegno a prorogare di un mese il distacco in attesa di soluzioni alternative di ricollocazione, il liquidatore ci ha comunicato che non ci sarà alcuna proroga. Ciò significa che tra pochi giorni i lavoratori saranno sospesi senza retribuzione, una situazione grave”.

Domani mattina il tavolo di crisi con Regione, Comune e liquidatore si riunirà nuovamente presso il Palazzo della Regione in piazza Castello per valutare le possibili soluzioni: “Siamo consapevoli della delicatezza della situazione - ha detto il presidente Boeti - ma anche fiduciosi che Regione e Comune trovino una soluzione definitiva in tempi brevissimi nell’interesse dei lavoratori coinvolti e del futuro del Salone”.