Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Studenti piemontesi a Bruxelles

“Il modo più diretto e facile per comprendere le difficoltà che ci sono per trovare un accordo sulle questioni di vitale importanza che vengono discusse al Parlamento europeo”.

Così ha commentato uno studente dell’Istituto Marconi/Carbone di Tortona (Al) al termine del gioco di ruolo Parlamentarium, sul funzionamento del Parlamento europeo.

La partecipazione al gioco è stato il punto saliente del viaggio studio a Bruxelles, organizzato dalla Consulta regionale europea dal 20 al 22 giugno, al quale hanno partecipato trentadue studenti e studentesse scelti tra oltre un centinaio vincitori del concorso “Diventiamo cittadini europei”. Questo che è il secondo evento-premio del concorso, dopo l’Europa Day del 9 maggio, è stato riservato agli appartenenti alle classi prime, seconde e terze di diciannove scuole piemontesi delle province di Alessandria, Asti, Cuneo, Novara, Torino e Vercelli.

Il concorso, giunto alla sua trentaquattresima edizione, è promosso dalla  Consulta in collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale per il Piemonte e il Parlamento europeo.

Quest’anno ha visto la partecipazione di 1.982 tra ragazzi e ragazze appartenenti a 68 scuole superiori piemontesi, per un totale di 878 temi realizzati.

Dopo la visita guidata della città di Bruxelles, gli studenti piemontesi hanno raggiunto la sede dell’Assemblea europea e hanno, appunto, partecipato al gioco di ruolo Parlamentarium, nato con l’obiettivo di far conoscere il funzionamento del Parlamento europeo e il processo di formazione delle leggi e delle decisioni.

I ragazzi nel giro di poco meno di mezza giornata simulano le riunioni di commissione, le sedute plenarie e gli incontri con i gruppi di lobbysti e con i massa media. Insomma, attraverso video e strumenti interattivi, si svolge una simulazione molto realistica di tutte le attività che portano alla formazione dei compromessi politici e delle decisioni dell’Assemblea normativa europea.

Nel corso degli anni il concorso ha coinvolto oltre duecentomila studenti delle scuole  superiori del Piemonte.

Link associati