Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Caccia vietata le domeniche di settembre

In Piemonte verrà sancito il divieto di caccia la domenica per il mese di settembre. Con l’approvazione dell’emendamento 308, presentato dai capigruppo di maggioranza, il Consiglio regionale decide, prima regione d’Italia, la proibizione di cacciare la domenica. Il divieto vale soltanto per il mese di settembre e la maggioranza è arrivata a questa decisione dopo un’ampia concertazione tra le varie istanze proposte anche dall’opposizione, vale a dire il divieto generalizzato sollecitato dal Movimento 5 stelle e invece la richiesta da parte del centrodestra di non non limitare l’attività venatoria domenicale.

L’approvazione dell’intero testo della riforma della caccia è prevista per martedì prossimo entro le 13, con il contingentamento dei tempi.

Secondo i rappresentanti del Pd la funzione nel legiferare è quella di tutelare il patrimonio avifaunistico e non  l’attività della caccia. Molti interventi della maggioranza hanno espresso l’auspicio che adesso il governo possa intervenire a livello nazionale per un divieto più generalizzato.

A parere del Movimento per la sovranità nazionale, questa è stata una scelta di alcuni prettamente idelogica, fatta da persone che conoscono poco l’attività venatoria. C’è molta città e poca conoscenza del mondo rurale e del legame tra mondo venatorio e mondo agricolo in questa legge.

Il M5s ha votato favorevolmente all’emendamento 308 sottolineando che avrebbe preferito maggiori restrizioni, ma che il segnale dal loro punto di vista è positivo.