Consiglio Regionale del Piemonte

Medio Oriente, “Basta violenze, prevalga il buon senso”

“Ancora una volta in Medio Oriente viene versato sangue. In un’area del mondo incendiata da tragici conflitti servirebbe buon senso e lungimiranza, due virtù che sembrano essere sconosciute. La scelta di spostare l’ambasciata americana a Gerusalemme ha scatenato prevedibili violenze ed è apparsa ai palestinesi come una provocazione. Una scelta che probabilmente si sarebbe potuta evitare nell’attuale drammatico contesto geopolitico medio-orientale” Lo ha dichiarato il presidente del Consiglio regionale del Piemonte, che è anche presidente del Comitato Diritti umani. 

“Così come volutamente provocatorie – ha continuato - sono state le parole negazioniste pronunciate da Abu Mazen qualche giorno fa, con l’effetto di gettare benzina sul fuoco alla vigilia dell’anniversario dello Stato di Israele. Il sogno di due popoli e due Stati in pace sembra allontanarsi sempre di più. I morti di Gaza rappresentano un’ulteriore inutile sofferenza in una zona del mondo che avrebbe bisogno di comprensione, solidarietà e rispetto reciproco. Auspichiamo che queste violenze finiscano il prima possibile e si possa di nuovo ridiscutere di pace”. 

Articoli correlati