Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Più fondi al Museo dell'emigrazione

Dal 2017 il contributo regionale per l’attività del Museo dell’emigrazione piemontese di Frossasco è stato portato da 10mila a 20mila euro.

Lo ha annunciato l’assessore al Bilancio Aldo Reschigna, replicando all’interrogazione a risposta immediata della consigliera Gianna Gancia (Lega nord) che lamentava i consistenti ritardi nella corresponsione del finanziamento, dato che il museo è in attesa di quello relativo al 2017.

Reschigna ha spiegato che la legge regionale 13/2009 prevede che il contributo fornito dalla Regione sia definito in una convenzione stipulata dalla Regione con il Comune di Frossasco e l’associazione Piemontesi nel mondo. Inoltre, la certezza dell’entità del sostegno si ha solo una volta completata l’autorizzazione per gli impegni di spesa, che avvengono di norma a fine anno. Il Comitato di gestione in carica del museo ha lamentato di non conoscere il contenuto della Convenzione per cui, da quest’anno, prima della stipula si è proceduto a convocare un incontro presso il Comune di Frossasco alla presenza sia dei contraenti sia dei componenti del Comitato di gestione affinché tutti conoscessero e condividessero i contenuti, così da evitare scostamenti in fase di rendicontazione.

L’assessore ha aggiunto che i provvedimenti di liquidazione per gli impegni del 2017 saranno possibili nei prossimi giorni e il sostegno regionale sarà erogato a breve al Comune di Frossasco.

Per ovviare ai disguidi che si sono verificati per l’anno passato e ridurre i tempi di attesa, dal 2018 si prevede di stabilire l’impegno, e quindi la Convenzione, sulla base del bilancio regionale pluriennale.

Durante il question time è stata data risposta anche all’interrogazione di Stefania Batzella (Mli), sulle misure urgenti per contrastare le aggressioni al personale del pronto soccorso dell’ospedale di Biella e salvaguardare pazienti e accompagnatori, di Marco Grimaldi (Sel) sulla negazione della copertura da parte della sanità piemontese di un intervento di fecondazione eterologa, di Gianpaolo Andrissi (M5s) sulla richiesta di nomina del commissario Atc Piemonte nord, di Paolo Mighetti (M5s) sui pagamenti per l’erogazione del servizio di trasporto – Amag mobilità, di Maria Carla Chiapello (Moderati) sugli interventi di limitazione della velocità a Ronchi (Cuneo), di Francesca Frediani (M5s) sull’istituzione di un’anagrafe vaccinale regionale, di Francesco Graglia (Fi) sull’ospedale di Fossano e la verifica di transazione con il privato, di Domenico Rossi (Pd) sulle linee guida sulle misure di politiche attive del lavoro tramite i contratti pubblici a favore di soggetti con disabilità e di persone svantaggiate e di Daniele Valle (Pd) sugli affidamenti dei servizi di pulizia e sanificazione ambientale nell’azienda ospedaliera-universitaria Città della salute e della scienza di Torino e nelle Asl piemontesi.