Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Grattacielo, riparte il cantiere

Gli operai sono già al lavoro, all’interno della struttura del Palazzo unico regionale e attualmente stanno completando gli impianti. Lo ha riferito alla prima Commissione, presieduta daVittorio Barazzotto, il vicepresidente della Giunta Aldo Reschigna. “Tra fine maggio e inizio giugno – ha proseguito – riprenderà la posa dei vetri di facciata per completare la chiusura delle pareti esterne del grattacielo”. Entro l’estate, inoltre, il Cnr terminerà le prove di laboratorio che consentirà al professionista scelto dalla Regione di stilare una perizia per stabilire la motivazione dei difetti riscontrati su alcune delle vetrate già posate in facciata.

L'informativa dell'Esecutivo è stata originata da una richiesta del gruppo M5s (primo firmatario Giorgio Bertola).

Nel frattempo si procederà al ripristino dei pavimenti interni, che presentano alcune imperfezioni. Ulteriore passo per il completamento dell’opera, ha aggiunto Reschigna, sarà l’approvazione della variante numero 6 – la prima dopo il subentro dell’Ati, in seguito al fallimento di Coop7 –  la quale oltre a realizzare gli interventi necessari per dare il via libera alle prove di laboratorio, consentirà il completamento anche nei collegamenti esterni dell’impianto fognario del palazzo.

Al momento il 94% dell’opera risulta realizzato, il costo delle parti mancanti è di 23 milioni mentre, quello della perizia è di mezzo milione.

Nel dibattito relativo alle comunicazioni, sono intervenuti i commissari sia di opposizione, sia di maggioranza.

Per quanto riguarda la questione Finpiemonte, che era pure all’ordine del giorno in prima Commissione, si è deciso di rinviarla successivamente all’esame e alla votazione dei due atti di indirizzo depositati in Aula sul tema, a firma di Francesca Frediani (M5s) e Andrea Fluttero (Fi).

Link associati