Consiglio Regionale del Piemonte

Over My Eyes, storie dell'Iraq

La mostra fotografica “Over My Eyes: una mappa di sfollamento” è stata inaugurata oggi nella Galleria Spagnuolo di Palazzo Lascaris; rimarrà aperta al pubblico fino al 30 marzo.

Dal 2014 in Iraq la guerra contro l’ISIS (Islamic State in Iraq and Syria) ha costretto alla fuga più di tre milioni di persone. La metà ha trovato rifugio nel Kurdistan iracheno, una regione autonoma nel nord del Paese abitata da circa cinque milioni di curdi e amministrata dal Governo Regionale del Kurdistan.

La mostra propone quaranta immagini realizzate da Stefano Carini e dagli altri fotografi stampate in diversi formati, con alcuni testi illustrativi e due video sulla vita quotidiana degli sfollati in Kurdistan. Attraverso lo sguardo di una giovane generazione di fotografi locali presenta frammenti della realtà quotidiana degli Iracheni che spesso non sono documentati: dalle vaste montagne ai confini settentrionali del Paese, alle più disparate situazioni in ogni angolo dell’Iraq che raccontano le vite e le storie di chi vive da anni nei campi profughi, mentre la guerra continua a devastare la nazione.

Le fotografie sono il risultato di cinque anni di lavoro e della collaborazione tra un gruppo di fotografi iracheni e un team di editor, curatori e scrittori internazionali. Le immagini esposte fanno parte del Darst Projects e sono state realizzate dai fotografi: Rawsht Twana, Bnar Sardar, Seivan M. Salim, Aram Karim, Hawre Khalid, Twana Abdullah, Sebastian Meyer, Dario Bosio e Ali Arkady.

Alla presentazione sono intervenuti: Francesca Cirilli per l'Associazione Jest; Stefano Carini fotografo, ideatore del progetto DARST con Dario Bosio e Rawsht Twana, uno dei fotografi iracheni del progetto.

 

I fatti in breve

La mostra è aperta

fino al 30 marzo 2018

Orario: dal lunedì al venerdì 9 - 17

Ingresso gratuito