Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Cal: sì condizionato al bilancio di previsione 2018-2020

Il Consiglio delle autonomie locali ha espresso parere favorevole all’unanimità ma condizionato al recepimento di alcune considerazioni da parte degli enti locali, sul Bilancio di previsione 2018-2020.

Il Cal ha infatti ritenuto insufficiente lo stanziamento complessivo di un milione di euro a favore delle Province per le spese di funzionamento, rispetto alle quali si richiede un impegno della Regione a rivedere l’importo, tenendo conto dei parametri che Anci Piemonte comunicherà, a breve, alla Giunta.

È stato preso poi atto dello stanziamento di contributi in conto capitale ai Comuni  per l’adeguamento degli strumenti urbanistici al Pieno paesaggistico regionale e alcuni rappresentanti degli enti locali hanno ritenuto opportuno prevedere un aumento dei fondi per la montagna con l’obbiettivo di avviare, d’intesa con le unioni montane, progetti nei settori della gestione forestale e della pianificazione territoriale, garantendo almeno il mantenimento delle risorse previste nel 2017.

È stata inoltre avanzata la richiesta di adeguate risorse sia sul Fondo regionale per le gestioni associate, sia per la costituzione di associazioni fondiarie.

Il Consiglio ha infine ritenuto necessario un approfondimento del programma attuativo del Fondo di sviluppo e coesione 2014-2020, per individuare opportunità di investimento destinate alle aree montane, in particolare nei settori della filiera foresta-legno e per l’innovazione tecnologica e il potenziamento dei sistemi di trasmissione televisiva e di telefonia mobile nelle aree montane.

Una delle considerazioni che condizionano il parere riguarda, inoltre, la necessità di ripristinare le risorse previste per i piccoli Comuni dal Bilancio di previsione, oltre a una revisione della legge sul riordino delle funzioni amministrative conferite alle Province. Su tale il Cal chiede una verifica puntuale dell’Accordo quadro in merito sia alle dotazioni finanziare sia al personale delle Province.

Relativamente all’attuazione della legge regionale sul Riordino delle Province, che ha conferito maggiori competenze a quella del Verbano-Cusio-Ossola, considerata montana e confinante con Stato estero, e in forza al recepimento dell’ordine del giorno sul Ristorno totale dei canoni idrici alla Provincia del Vco (atto di indirizzo collegato all'assestamento di bilancio 2017-2019), è stato chiesto di conoscere quanto impegnato dalla Giunta per il territorio del Verbano-Cusio-Ossola.