Ama la mia terra

“Ama la mia terra”, il lungometraggio che promuove il territorio Unesco del Sud astigiano e che ha come protagonisti i ragazzi del centro diurno del Cisa Asti sud, arriva nella sede del Consiglio regionale: è stato proiettato nella Sala Viglione di Palazzo Lascaris (via Alfieri 15, Torino), su iniziativa della consigliera Angela Motta e con la presenza dell’assessore alle Politiche Sociali della Regione Piemonte Augusto Ferrari,  mercoledì 6 dicembre alle 10,30.

Il film, nato come un laboratorio teatrale, è ambientato nel suggestivo paesaggio collinare del Monferrato ed è stato realizzato dagli ospiti del centro diurno del Cisa, il consorzio socio  assistenziale che opera nei Comuni del sud Artigiano, presenti alla proiezione. Narra di un imprenditore dell'est che arriva nel bellissimo territorio nel Monferrato per comprare una piccola proprietà terriera e trasformarla in centro benessere. La sua improbabile guida tra vigneti e cantine sarà Giovanni, che tenterà di far comprendere all'imprenditore il profondo legame che unisce gli uomini a quella terra.

"Un progetto di promozione turistica e dei valori etici e sociali dei territori Unesco del Sud Artigiano – spiega Angela Motta -  realizzato con la collaborazione dei ragazzi del Centro Diurno del C.I.S.A. Asti Sud, che grazie al lavoro del regista sono diventati attori alla pari dei colleghi già abituati a muoversi davanti alle telecamere. L'avvincente storia di “Ama la mia terra” si svolge tra le meraviglie che contraddistinguono e connotano il territorio Unesco: i vigneti, i castelli, le cattedrali sotterranee e gli antichi centri storici e borghi".

Link associati