Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Nuove misure e incentivi per la qualità dell'aria

Il consigliere Federico Valetti (M5s) ha interrogato l’assessore all’Ambiente Alberto Valmaggia, chiedendo quali siano le misure strutturali e di lungo periodo per il miglioramento della qualità dell’aria.

“L’assessorato – ha risposto Valmaggia - ha attivato circa tre anni fa tre bandi per l’acquisto di bus elettrici, il primo dei quali ha portato 19 nuovi bus lunghi 12 metri e altri due bandi in fase di aggiudicazione per l’acquisto di mezzi della lunghezza di 9 e 6,5 metri, cofinanziati al 90 per cento, investendo complessivamente 13,5 milioni di euro circa”.

L’assessore ha ricordato inoltre che la Giunta regionale ha approvato, il 20 ottobre scorso, le prime misure di attuazione dell’Accordo di programma per l’adozione coordinata e congiunta di misure di risanamento della qualità dell’aria del Bacino padano, sottoscritto il 9 giugno 2017. Il provvedimento contiene una serie di misure per l’individuazione e la gestione delle situazioni di accumulo perdurante degli inquinanti, anche definite “semaforo per la qualità dell’aria”, di immediata attuazione. È  prevista inoltre una serie di misure strutturali che riguarda principalmente il traffico veicolare. L’accordo in questione prevede anche la concessione di contributi a livello regionale per la sostituzione dei veicoli oggetto di vari divieti di circolazione con veicoli a basso impatto ambientale, mentre un’altra misura promuove, sempre attraverso contributi, la compensazione degli operatori per l’applicazione di pratiche finalizzate alla riduzione delle emissioni prodotte dalle attività agricole. È poi stabilito un cofinanziamento ministeriale fino a un massimo di 2 milioni per regione per ciascuna delle due misure. L’attivazione dei due bandi per la concessione dei contributi rimane comunque subordinata al loro inserimento nel bilancio triennale 2018-2020.

Durante il question time è stata data risposta anche alle interrogazioni di Marco Grimaldi (Sel) sulle nuove assunzioni di infermieri in Piemonte, di Gianpaolo Andrissi (M5s) in tema di criticità delle case della salute in ambito alpino, di Daniela Ruffino (Fi) sulla fornitura dei farmaci long acting injectable di seconda generazione, di Stefania Batzella (Gruppo misto) sul futuro dell’ambulatorio odontoiatrico di Rivoli, di Davide Bono (M5s) sui ritardi nella consegna dei sensori glicemici Medtronic Elite, di Valter Ottria (Mdp) sulla situazione delle bonifiche dello stabilimento Ics di Arquata Scrivia, di Alessandro Benvenuto (Lega nord) sull’applicazione della legge regionale 2/2015 in materia di agriturismo e di Silvana Accossato (Mdp) sui forti disservizi e ritardi nelle linee Sfm durante il mese di ottobre.