Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Parlamentari piemontesi e messa al bando delle armi atomiche

“L’impegno del Consiglio regionale a sostegno della ratifica del Trattato Onu per la messa al bando delle armi atomiche non poteva dirsi esaurito con l’approvazione di un ordine del giorno da parte dell’Assemblea. Per questo, con il Comitato regionale per i Diritti umani, abbiamo deciso di stare a fianco del Coordinamento di cittadini, associazioni e istituzioni contro l’atomica, le guerre e i terrorismi per incontrare alcuni parlamentari piemontesi che hanno espresso la volontà di aderire all’iniziativa”.

Con queste parole il presidente dell’Assemblea legislativa piemontese e del Comitato regionale per i Diritti umani Mauro Laus ha aperto, lunedì 16 ottobre a Palazzo Lascaris, l’incontro che il Comitato e il Coordinamento hanno svolto con i parlamentari piemontesi Davide MattielloAndrea Giorgis e Umberto D’Ottavio.

“La politica - ha aggiunto il presidente Laus - non è solo quella che si fa nei palazzi ma anche e soprattutto quella a fianco delle libere associazioni che sanno farsi tramite di richieste e valori capitali. La sfida, ora, è capire chi, tra deputati e senatori, sosterrà la ratifica del Trattato”.

L’incontro, ha sottolineato il presidente del Movimento Giampiero Leo, annunciando l’adesione all’iniziativa del leader nazionale dei Moderati Giacomo Portas e del Cdu Mauro Carmagnola, “rappresenta un momento felice e di speranza perché il fatto che il presidente del Consiglio regionale, il Comitato regionale per i Diritti umani e l’intera Assemblea legislativa piemontese abbiano recepito e fatte proprie le nostre richieste è cosa molto significativa e non scontata. Intendiamo procedere sapendo che ci vuole tenacia, pazienza, moderazione e gradualità, ma è in gioco la salvezza dell’umanità: o agiamo per il disarmo nucleare o prima o poi accadrà qualcosa d’irreparabile”.
 
All'incontro sono intervenuti, tra gli altri, i consiglieri regionali Gian Paolo Andrissi e Silvana Accossato.

 

I fatti in breve

  • Il Comitato regionale per i Diritti umani a fianco del Coordinamento di cittadini, associazioni e istituzioni contro l’atomica, le guerre e i terrorismi per incontrare alcuni parlamentari piemontesi che hanno espresso la volontà di aderire all’iniziativa.
  • All'incontro hanno preso parte i parlamentari piemontesi Davide Mattiello, Andrea Giorgis e Umberto D’Ottavio.
  • Nel corso dei lavori è stata annunciata l’adesione all’iniziativa del leader nazionale dei Moderati Giacomo Portas e del Cdu Mauro Carmagnola.