Al via la 34° edizione del concorso “Diventiamo cittadini europei"

Ha preso il via, per l'anno scolastico 2017-'18, la 34° edizione del concorso “Diventiamo cittadini europei. Per un’Europa più unita, più democratica e più solidale”. L’iniziativa, promossa dal Consiglio regionale del Piemonte e dalla Consulta regionale europea in collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale e il Parlamento europeo, è riservata agli studenti e alle studentesse degli Istituti d’istruzione secondaria di II grado del Piemonte ed è finalizzata alla formazione delle giovani generazioni in una prospettiva sovranazionale per prepararle a essere cittadine e cittadini di un’Europa unita in un mondo interdipendente.

Il concorso propone lo svolgimento di uno dei due temi proposti. Il primo prevede la stesura di una lettera aperta a un coetaneo o a una coetanea del Regno Unito in merito alla recente decisione della Gran Bretagna di uscire, dopo l’esito del referendum, dall’Ue e alle ipotizzabili conseguenze di tale decisione. Il secondo, partendo dall'articolo 3 del Trattato di Lisbona, che impegna l’Ue a perseguire la piena occupazione e il progresso sociale, e dal fatto che in Italia il tasso di disoccupazione, specialmente giovanile, sia preoccupante, chiede ai partecipanti se siano a conoscenza delle opportunità messe in campo dall’Ue per studiare e cercare lavoro in altri paesi europei, delle politiche intraprese dall’Ue per combattere la disoccupazione e quali nuove iniziative dovrebbe intraprendere l’Unione per affrontare più adeguatamente il problema.

Per illustrare i temi proposti è stata organizzata una giornata formativa che si terrà a Torino presso la sede del Consiglio regionale del Piemonte mercoledì 25 ottobre e un ciclo di diciannove conferenze – dal 24 ottobre al 7 dicembre-  nelle scuole per  preparare le studentesse e gli studenti al concorso (v. bando).

Gli elaborati devono essere individuali e inviati per posta, entro giovedì 21 dicembre alla Consulta europea del Consiglio regionale in  via Alfieri 15,  a Torino. La loro valutazione verrà effettuata da un’apposita commissione composta da docenti universitari, esperte ed esperti di problematiche europeistiche e la cerimonia di premiazione dei vincitori si svolgerà nel mese di maggio.

Le vincitrici e i vincitori, nel numero massimo di centosessanta, accompagnati da un numero massimo di dieci insegnanti, parteciperanno – nel corso del 2018 -  a viaggi-studio a istituzioni europee edinternazionali, al Seminario di formazione alla cittadinanza europea di Bardonecchia e alla Festa dell’Europa promossa dal Parlamento europeo a Milano. I migliori elaborati saranno pubblicati sulla pagina Facebook istituzionale dell'Assemblea legislativa piemontese.

I fatti in breve

  • L’iniziativa, promossa dal Consiglio regionale e dalla Consulta europea in collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale e il Parlamento europeo, è riservata agli Istituti d’istruzione secondaria di II grado del Piemonte.
  • I temi proposti sono inerenti il processo di uscita della Gran Bretagna dall'Ue e le politiche occupazionali europee per i giovani.
  • Gli elaborati devono essere individuali e inviati per posta, entro giovedì 21 dicembre alla Consulta europea del Consiglio regionale.

Link associati