Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Interrogazioni discusse in Aula

Interrogazioni, interpellanze e interrogazioni a risposta immediata

Sull’esempio di quanto avviene in Parlamento, accanto alle tradizionali interrogazioni e interpellanze, si è aggiunta la discussione delle interrogazioni a risposta immediata, prevista dall’art. 100 del Regolamento interno dell’Assemblea regionale.

 

Invasione zanzare tigre

Il vicepresidente della Giunta regionale, Aldo Reschigna, ha risposto all’interrogazione presentata dalla consigliera Carla Chiapello (Moderati) sull’invasione delle zanzare tigre.

Il vicepresidente ha precisato che lo scorso 17 luglio la Giunta ha approvato il piano regionale per il controllo e la lotta alle zanzare, affidando a Ipla la sua realizzazione.

Il piano prevede una spesa di 1.650.000 euro, di cui 1.500.000 per la lotta alle zanzare urbane e 150mila euro per quella nelle risaie adiacenti ai Comuni che hanno adottato piani urbani di lotta alla zanzara tigre (39 Comuni).

Il totale degli interventi di lotta urbana alla zanzara tigre ha un costo di 1.334.382 euro, finanziato al 50 per cento con risorse del bilancio regionale.

Nei 39 Comuni interessati dall’azione combinata risiedono 80mila abitanti e le Amministrazioni locali hanno scelto di investire nei progetti urbani potranno confidare nell’aiuto supplementare degli interventi a terra nelle risaie confinanti.

 

Attuazione ordine del giorno approvato dal Consiglio

Il vicepresidente della Giunta regionale, Aldo Reschigna, ha risposto presentata dal consigliere Paolo Mighetti (M5s) sull’attuazione dell’odg n. 301 approvato dal Consiglio regionale il 30 aprile 2015, relativo alle Terme di Acqui (Al).

Reschigna ha spiegato che la questione del saldo delle quote per la vendita delle Terme di Acqui Spa si è chiusa lo scorso giugno, data in cui sono stati regolarmente versati a Finpiemonte Partecipazioni 4,7 milioni di euro dalla società acquirente Finsystems, a saldo della transazione per la vendita di azioni.

La destinazione delle risorse verrà definita dopo l’approvazione del bilancio 2017 di Finpiemonte, tenuto conto della situazione economico-patrimoniale della società. Su tale base verrà rispettato l’impegno contenuto nell’odg.

 

Servizi minimi Tpl

L’assessore alle Politiche sociali Augusto Ferrari, ha risposto all’interrogazione presentata dal consigliere Federico Valetti (M5s) sull’inserimento nei servizi minimi di Tpl per il servizio ferroviario metropolitano delle linee regionali connesse al servizio stesso.

Ferrari ha precisato che le linee Rivarolo Pont e Germagnano Ceres sono operative e fanno già parte del lotto Sfm. La linea Pinerolo Torre Pellice, sulla quale è già stato realizzato uno studio per la sua rimessa in funzione, fa parte delle cosiddette linee sospese la cui riattivazione è prevista all’interno delle procedure di affidamento. Essendo attualmente nella fase di attivazione delle procedure si valuteranno le eventuali proposte di riapertura che verranno dalle imprese di servizi di trasporto pubblico.

 

Raddoppio anticipo tariffa acqua Atc

L’assessore alle Politiche sociali Augusto Ferrari, ha risposto all’interrogazione presentata dal consigliere Gilberto Pichetto (Fi) sul raddoppio anticipo tariffa acqua Atc.

Ferrari ha risposto che si farà carico di chiedere alle tre Atc del Piemonte informazioni dettagliate, se necessario anche mediante appositi incontri presso le rispettive sedi. Delle risultanze delle verifiche effettuate sarà dato conto al Consiglio regionale.

 

Terzo hub regionale di prima accoglienza

L’assessora all’Immigrazione, Monica Cerutti, ha risposto all’interrogazione presentata dal consigliere Diego Sozzani (Fi) sull’ipotesi di stabilire il terzo hub regionale di prima accoglienza per i rifugiati e richiedenti asilo nella provincia di Novara.

Cerutti ha affermato che l’obiettivo della Regione è di ampliare la rete di accoglienza per i rifugiati ed è fondamentale accompagnare le amministrazioni locali nella costruzione di progettualità condivise.

È stata aperta una riflessione su un eventuale terzo centro di prima accoglienza, che possa rendere più sostenibile il nostro sistema regionale, che attualmente prevede due centri a Settimo Torinese e Castello di Annone, in provincia di Asti, evitando così grandi concentrazioni. Al momento però ogni polemica è strumentale.

 

Vaccinazioni e campagna di sensibilizzazione

Il vicepresidente della Giunta regionale, Aldo Reschigna ha risposto all’interrogazione presentata dal consigliere Francesco Graglia (Fi) sulle vaccinazioni e sulla campagna di sensibilizzazione.

Reschigna  ha precisato in una nota che la Regione è chiamata, in funzione delle sue competenze sanitarie e scolastiche, ad applicare il decreto legge sull’obbligatorietà delle vaccinazioni. La Giunta è pronta ad aderire alle campagne di sensibilizzazione sul tema vaccinazioni che in Governo riterrà opportuno  intraprendere. Nel frattempo è prevista un’attività di comunicazione per minimizzare i possibili disagi a carico delle famiglie e delle istituzioni scolastiche coinvolte. Le famiglie piemontesi, inoltre, i cui figli non sono in regola con gli obblighi vaccinali, saranno avvisare direttamente dalle Asl di competenza.

 

Servizi psichiatrici

L’assessore alla Sanità, Antonio Saitta, ha risposto con una nota all’interrogazione presentata dal consigliere Gianluca Vignale (Mns) sulla garanzia di omogeneità dei servizi psichiatrici nella città di Torino.

L’assessore ha sottolineato che la mozione a cui fa riferimento l’interrogazione, non risulta violata in quanto non sono metodi diversi e quindi modalità di gara diverse, che determinano le specifiche del servizio. Le caratteristiche tecniche del disciplinare predisposto dall’Asl per l’affidamento del servizio in questione individuano un modello estremamente flessibile, adattabile a tutte le tipologie cliniche presenti sul territorio di riferimento. Tali modelli consentono una omogeneità delle prestazioni sanitarie offerte, indipendentemente da uno o più affidatari.

 

droselli