Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Il Cal chiede di impugnare la manovra correttiva del Governo

Il Consiglio delle autonomie locali del Piemonte esorta il Consiglio e la Giunta a impugnare la manovra correttiva di Governo, che prevede risorse aggiuntive per l'esercizio delle funzioni fondamentali delle province, risultate però insufficienti a garantire l'adeguato funzionamento di queste ultime, soprattutto per quanto riguarda i sevizi primari (scuole e strade). Lo ha fatto approvando nella seduta del 19 luglio, su richiesta dell’Anci, una proposta sollecitata dalle province di Alessandria e Vercelli.

Il Cal ha poi dato parere favorevole ma condizionato, alla proposta di deliberazione che prevede, per tutti i comuni piemontesi, l'adozione del Regolamento edilizio tipo. È stato infatti chiesto che siano recepite alcune osservazioni, prevalentemente tecniche, emerse durante l'esame del provvedimento.

In particolare il parere è condizionato alla proposta di decorrenza, sull'adozione del Regolamento, di 180 giorni dalla pubblicazione sul Bollettino ufficiale della Regione e non dall'approvazione della delibera da parte dell'Aula.

Nel corso della seduta l'assessore all'Urbanistica, Alberto Valmaggia, ha evidenziato come il percorso di adeguamento al Regolamento edilizio tipo sia stato avviato dalla Giunta già nel 1999, con l'obiettivo di uniformare tutti i comuni piemontesi alla normativa nazionale. Ha poi sottolineato l'impegno della Regione a recepire le osservazioni messe in luce dal Cal.

Il Consiglio, presieduto da Stefano Costa, ha successivamente espresso parere favorevole anche sulla proposta di deliberazione relativa al Piano regionale della mobilità e dei trasporti. 

Il vicepresidente della commissione Trasporti, Antonio Ferrentino (Pd), ha sottolineato che "con questo Piano la Regione si prefigge l'obiettivo di razionalizzare i costi e aumentare il numero di utenti che utilizzano il trasporto pubblico locale. Una buona residenzialità si accompagna a una buona rete di trasporti, con una particolare attenzione alle aree rurali che non devono essere trascurate".