Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Parificato il rendiconto 2016

“Si tratta del quarto giudizio di parifica che mi ritrovo come vicepresidente della Giunta regionale e, di anno in anno, si migliora rispetto alle aspettative della Corte dei Conti. Quest’anno la Corte ha approvato e confermato l’impianto strutturale del provvedimento”. Con queste parole - nella seduta della Prima Commissione del 10 luglio, presieduta dal vicepresidente Gian Luca Vignale – si è espresso il vicepresidente dell’Esecutivo piemontese, Aldo Reschigna, che ha illustrato il giudizio di parificazione del Rendiconto generale della Regione Piemonte, per l’esercizio finanziario 2016, da parte della Corte dei Conti (sezione regionale di controllo per il Piemonte).

Su un bilancio di 11,3 miliardi di euro ci sono circa 35 milioni di euro sui quali la Corte ha posto eccezione chiedendo un intervento che, secondo Reschigna, non crea difficoltà agli uffici che potranno mantenere inalterati avanzi e disavanzi. La voce più cospicua che compone la somma sulla quale sono stati chiesti degli adeguamenti, riguarda circa 22 milioni dovuti alle Province in base ad una sentenza della Corte Costituzionale. Somme che sono già stati pagate dall’Amministrazione regionale. In generale l’eccezione alla parifica concerne l’utilizzo nel bilancio di importi accantonati nell’esercizio 2015.

La Commissione ha poi continuato l'esame del n. 253 "Legge di riordino dell'ordinamento regionale. Anno 2017", meglio conosciuto come "disegno di legge omnibus".
Durante la seduta sono stati approvati alcuni emendamenti presentati dalla Giunta regionale relativi a valutazione del personale, conferimento di incarichi a personale in pensione, soppressione della gratuità del servizio di tesoreria e recepimento delle norme nazionali su albo fornitori. Approvati anche due emendamenti, presentati dal M5S, su benessere degli animali.
In coda è stato avviata la discussione sull'articolo del 52 del ddl che prevede il riordino delle funzioni associate delle province, il personale necessario e le somme da stanziare da parte della Regione.

Link associati