Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Stati generali dello Sport e del Benessere

Il Consiglio degli Stati generali dello Sport e del Benessere riunito il 3 maggio nella Sala dei Presidenti di Palazzo Lascaris ha approvato il piano di attività 2017 adottato dal Comitato esecutivo nella riunione del 6 aprile scorso.

Il Piano coniuga alcune nuove iniziative con alcuni progetti già in corso dal 2016 che, attraverso azioni informative e di comunicazione, coinvolgono istituzioni politiche, sociali, scolastiche, sanitarie e sportive.

Proseguirà, in particolare, il progetto “Il cammino degli Stati generali dello Sport e del Benessere” per far conoscere sul territorio piemontese le finalità dell’organismo e coinvolgere gli amministratori pubblici nel ruolo di “ambasciatori del benessere”, sul modello già sperimentato per il progetto “#DILLOATUTTI” in compartecipazione con la Consulta dei Giovani e CUS Torino, per fare della pratica sportiva e dei corretti stili di vita veri strumenti di prevenzione primaria. “Nessuno meglio di un sindaco – ha infatti sottolineato il presidente del Consiglio regionale, che guida anche gli Stati generali – può coinvolgere la sua comunità e rendere i cittadini consapevoli dell’importanza dei corretti stili di vita. Non bisogna inoltre sottovalutare che lo sport è anche lavoro e promozione di un territorio, oltre che strumento di prevenzione e cura di alcune patologie”.

Proseguirà anche il progetto “Corpo e Movimento nella scuola dell’infanzia”, nato da un lavoro sinergico tra il Coni e il Miur, già avviato nel 2016 con l’organizzazione di corsi di formazione a cui hanno aderito 69 docenti i quali, in via sperimentale, hanno già proposto le nuove lezioni di attività motoria in 5 scuole dell’infanzia della Città metropolitana di Torino. Per la prosecuzione e l’ampliamento del progetto per l’anno 2017 si prevede di coinvolgere un minimo di 300 classi in tutta la regione.

Gli Stati Generali continueranno a sostenere anche il progetto  “MOVE! – per una pratica motoria consapevole e accessibile a tutti”, che mira a diffondere la pratica sportiva e motoria tra bambini e adolescenti, abbattendo le barriere economiche, sociali, etniche e fisiche, e il progetto “Scuola in movimento”, predisposto dal CUS Torino per la prevenzione e il contrasto dei fenomeni di dispersione e di abbandono scolastici nelle loro diverse manifestazioni. Verranno infine presentati i risultati del progetto avviato nell’Asl1 per la promozione di stili di vita corretti presso adulti sedentari affetti da diabete.

Tutti i progetti sono legati dal filo conduttore relativo alla diffusione delle pratiche sportive e dei corretti stili di vita per il benessere della persona, dall’infanzia alla terza età.

Nella convinzione che l'importanza della prevenzione e dell'informazione sui corretti stili di vita sia un concetto da trasmettere non solo all'esterno ma  anche all'interno degli ambienti in cui se ne parla, il programma  2017 prevede anche l'avvio di un progetto di sensibilizzazione e diffusione delle informazioni scientifiche sulla salute rivolto ai dipendenti del Consiglio regionale.

Link associati