Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

“I promessi sposi” a Giaveno

Impreziosire le facciate di alcuni edifici del centro storico di Giaveno (To) con affreschi che riproducono le litografie realizzate da Francesco Gonin per l’edizione “quarantana” - l’editio princeps - de I promessi sposi di Alessandro Manzoni, pubblicata nel 1840.

È quanto si propone il progetto “Omaggio a Gonin”, organizzato dall’Associazione Proprietari immobili Centro storico (Pics) Onlus di Giaveno, che è stato illustrato venerdì 14 aprile a Palazzo Lascaris, sede del Consiglio regionale del Piemonte, alla presenza della vicepresidente dell’Assemblea Daniela Ruffino.

“È mia intenzione, proprio a partire dall'esempio di Giaveno, chiedere alla Giunta regionale di individuare risorse per i privati che realizzano interventi di recupero e abbellimento delle facciate degli edifici dei centri storici - ha dichiarato la vicepresidente Ruffino -. La sinergia tra pubblico e privato rappresenta, anche in questo ambito, una risposta importante per contrastare il declino. Urgono ulteriori sgravi e agevolazioni anche a favore delle aziende che intervengono con proprie risorse per il recupero di edifici storici e spazi urbani. Così come vanno razionalizzate le diverse proposte presentate in Regione nel corso degli anni per la tutela e la valorizzazione delle attività e delle botteghe storiche del commercio e dell'artigianato piemontese. Su questo m’impegnerò personalmente in Consiglio regionale”.

Il presidente dell'Associazione Marco Marinello e l'assessore alla Cultura del Comune di Giaveno Edoardo Favaron hanno sottolineato che si tratta di un'occasione per mettere l'arte a portata di tutti e invitare alla riscoperta - nel contempo - delle litografie di un artista piemontese di primo piano e di un pilastro della letteratura italiana e hanno annunciato che le prime opere saranno visibili entro l'autunno.  

Nel corso dell’evento sono state esposte due edizioni de I promessi sposi: quella a fascicoli della “quarantana”, il cui titolo originale è I promessi sposi - Storia milanese del secolo XVII scoperta e rifatta da Alessadro Manzoni. Edizione riveduta dall’autore, stampato dalla tipografia Guglielmini e Radaelli di Milano, e un’edizione in volume del 1869 e due autoritratti di Gonin risalenti rispettivamente al 1828 e al 1878, illustrati dalla storica dell'arte Barbara Stabielli.

 

Pittore torinese ottocentesco, Francesco Gonin (1808-1889) scelse Giaveno come luogo di soggiorno prediletto e vi trascorse lunga parte della propria vita. Collaborò - tra l’altro - alla realizzazione degli affreschi del Palazzo Reale di Torino e del Castello di Racconigi (Cn). Nel 1840 illustrò la cosiddetta edizione “quarantana” de I promessi sposi di Alessandro Manzoni.

I fatti in breve

  • Presentato il 14 aprile a Palazzo Lascaris il progetto "Omaggio a Gonin".
  • L'iniziativa è promossa dall’Associazione Proprietari immobili Centro storico (Pics) Onlus di Giaveno (To).
  • Nel corso dell’evento sono state esposte opere del famoso pittore e litografo piemontese.

 

Link associati