Trasparenza e costi della politica

La Regione è sempre più trasparente, anche in materia di vitalizi. Entro venerdì 21 aprile saranno online sul sito del Consiglio regionale, nella sezione Amministrazione trasparente (alla voce “Altri contenuti”) i nomi dei componenti del Consiglio e della Giunta regionale cessati dalla carica beneficiari di un assegno vitalizio e l’importo lordo mensile dello stesso. Così prevede infatti una legge proposta dall’Ufficio di presidenza e approvata oggi, all’unanimità, dall’Aula di Palazzo Lascaris.

La norma prevede che sia data pubblicità anche di coloro, anche tuttora in carica, che abbiano ottenuto la restituzione dei contributi versati, ai sensi dell’art 5ter della legge regionale n.25/2011, introdotto nel 2014. Anche in questo caso, unitamente ai nominativi, è pubblicata la misura delle somme restituite. Con un emendamento proposto dal M5s sono infine pubblicati i nominativi di coloro che hanno rinunciato sia al vitalizio sia alla restituzione dei contributi versati e la misura delle somme rifiutate.

“Esprimo piena soddisfazione per un provvedimento che risponde agli obiettivi che fin dal giorno del mio insediamento mi ero prefissato: trasformare il Consiglio regionale in una casa di vetro, rendendo trasparenti tutti i comportamenti e i processi relativi all’attività normativa, contribuendo alla riduzione dei costi della politica”, ha commentato Mauro Laus, presidente del Consiglio regionale.

La durata della pubblicazione dei dati permane per il periodo di tempo corrispondente all’erogazione del vitalizio. Per quanto riguarda, invece, la durata della pubblicazione relativa ai nominativi di coloro che hanno optato per la restituzione dei contributi, modificata da un emendamento del consigliere GianLuca Vignale (Mns), è stata definita in quattro anni.   

 

I fatti in breve

  • Approvata una legge che prevede la pubblicazione online dei nominativi dei consiglieri e assessori beneficiari dei vitalizi e i relativi importi.
  • Prevista la pubblicazione anche dei nomi di chi ha optato per la restituzione dei contributi versati.
  • La legge è stata approvata all'unanimità.

Dichiarazioni

Esprimo piena soddisfazione per un provvedimento che risponde agli obiettivi che fin dal giorno del mio insediamento mi ero prefissato: trasformare il Consiglio regionale in una casa di vetro, rendendo trasparenti tutti i comportamenti e i processi relativi all’attività normativa, contribuendo alla riduzione dei costi della politica”, ha commentato Mauro Laus, presidente del Consiglio regionale.

Link associati