Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Cultura della legalità e uso del denaro

Scade giovedì 20 aprile il termine per partecipare al concorso rivolto agli Istituti di istruzione secondaria di secondo grado del Piemonte, bandito dall’Osservatorio regionale sul fenomeno dell’usura del Consiglio regionale del Piemonte con l’Ufficio Scolastico regionale sul tema “Cultura della legalità e dell’uso responsabile del denaro”.

Il concorso consiste nella realizzazione di un video - realizzato in formato mp4 - della durata massima di 2 minuti, accompagnato da una breve relazione illustrativa, sul tema del sovraindebitamento e dell’usura. I video potranno essere realizzati da studenti e studentesse sia individualmente che in gruppo e dovranno essere condivisi dai partecipanti su uno spazio cloud (google drive, dropbox, iclpud, onedrive o simili) permanendovi almeno fino al 30 maggio 2017 per consentirne l’acquisizione da parte degli uffici del Consiglio regionale.

“L’educazione – sottolineano Gabriele Molinari e Giorgio Bertola, consiglieri segretari delegati all’Osservatorio Usura - deve partire dai più giovani e dal mondo della scuola, in vista del loro futuro di uomini e donne responsabili e accorti. In questi mesi abbiamo promosso 34 incontri con le Forze dell’ordine per riflettere su questi temi, rivolti alle scuole medie superiori del Piemonte”.

I video, la relazione illustrativa, la lettera di trasmissione, la scheda riepilogativa e la liberatoria alla pubblicazione e alla diffusione degli stessi dovranno pervenire entro e non oltre giovedì 20 aprile 2017. Successivamente una commissione esaminatrice, composta da esperte ed esperti in comunicazione e in materia di sovraindebitamento e usura e da funzionarie e funzionari regionali, selezionerà i video presentati, stabilendo per ognuno di essi un punteggio e individuando i primi tre video classificati in base a criteri che tengano conto dell’originalità, dell’efficacia della comunicazione e dell’impatto emotivo.

Ai  primi tre video classificati verranno assegnati dei premi in denaro (rispettivamente 2.500,00 , 1.500,00 e 1.000,00 euro) che verranno erogati alle scuole per l’acquisto di attrezzature informatiche o per la realizzazione di progetti educativi sulla legalità.

La cerimonia di premiazione si svolgerà in Consiglio regionale entro la fine dell’anno scolastico.

Link associati