Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Percorsi e palestre salute

Prevenire è meglio che curare. Sono gli stili di vita sani a ispirare la proposta di legge che prevede l’istituzione di Percorsi e palestre salute, Stati generali dello sport e Settimana regionale dello sport e benessere.

Sono state infatti avviate, in sede congiunta di Quarta (Sanità) e Sesta (Cultura) Commissione, le consultazioni sul progetto ed è stata fissata per il 2 maggio la scadenza per la consegna delle memorie.

La Commissione ha inoltre richiesto il parere del Consiglio delle autonomie locali (Cal) e nominato relatori i consiglieri Davide Gariglio (Pd) per la maggioranza, Gianluca Vignale (Mns) e la consigliera Francesca Frediani (M5S) per la minoranza.

Il provvedimento - illustrato dal consigliere Mauro Laus (Pd), primo firmatario – mira a dare maggiore impulso alla promozione dell’attività fisica, sia come prevenzione in ambito sanitario, sia quale terapia e riabilitazione di persone affette da patologie croniche. In quest’ottica si inserisce anche l’istituzione degli Stati generali dello sport, che concretizzano gli obiettivi e le finalità del progetto.

La proposta nasce, in particolare, dalla collaborazione con i consiglieri Domenico Ravetti (Pd), Gianluca Vignale (Mns) e Daniele Valle (Pd) che, come ha sottolineato il consigliere Laus, hanno apportato un sostanziale contributo.

“Stiamo giocando una partita importante – ha evidenziato Laus - e sono particolarmente soddisfatto perché questo Consiglio ha dimostrato di aver preso consapevolezza della necessità di tradurre in atti concreti quello che la letteratura scientifica ci dice e che come Stati generali dello sport e del benessere stiamo tentando di diffondere, rispetto ai benefici sulla salute portati dal cambiamento degli stili di vita e dalla pratica dell'attività fisica. Ringrazio dunque la sensibilità dimostrata da tutte le forze politiche che in modo responsabile stanno lavorando per rimuovere gli ostacoli sulla strada del benessere sociale dando impulso ad un intervento normativo che intende fare della prevenzione il suo cavallo di battaglia”. 

L’intenzione è, dunque, quella di riconoscere l’attività motoria e sportiva come realizzazione del diritto alla salute, coinvolgendo le Asl e, nell’individuazione di specifici Percorsi della salute, anche medici e terapisti specializzati.

Gli Stati generali dello sport e del benessere costituiscono poi un approfondimento dei temi relativi agli stili di vita e alla corretta alimentazione, alla promozione della pratica sportiva scolastica ed extrascolastica e al contrasto di fenomeni degenerativi, di sedentarietà, doping e precocità agonistica.

È inoltre prevista una Cabina di regia per monitorare lo stato di attuazione della legge e diffondere le iniziative per valorizzare le buone pratiche connesse allo sport.

La Settimana regionale del benessere, invece, implementa l’offerta formativa a disposizione delle scuole, per promuovere cultura, pratica e coinvolgimento degli altri enti nel panorama delle attività sportive.

droselli