Commemorazione vittime in Russia

In apertura della seduta pomeridiana del 5 aprile, il Consiglio regionale ha osservato un minuto di silenzio per ricordare le vittime dell’attentato terroristico di San Pietroburgo in Russia ed esprimere una ferma condanna per la strage di civili avvenuta in Siria.

“Questo ennesimo folle attacco – ha dichiarato il presidente del Consiglio regionale Mauro Laus - ci lascia sgomenti e addolorati, ma ci spinge a intensificare l'impegno di tutte le istituzioni a reagire contro chi uccide in modo vile e barbaro. Al popolo russo desidero manifestare la nostra partecipazione e la nostra solidarietà, convinto di interpretare la sensibilità dell’intera comunità piemontese in questo terribile momento”.

“Una ferma condanna – ha poi proseguito Laus -  va inoltre espressa per l’inaccettabile strage avvenuta ieri nella provincia di Idlib, in Siria, dove sono state uccise decine di persone inermi, tra cui tanti bambini. L’uso di armi chimiche, come gli attacchi deliberati contro strutture mediche, equivale a crimini di guerra e a gravi violazioni del diritto umanitario internazionale”.