Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

L'infanzia dell'alta sicurezza

Martedì 4 aprile alle ore 13 nella Sala dei presidenti di Palazzo Lascaris sarà presentato il progetto di “teatro partecipato” con le detenute in regime di alta sicurezza della Casa di reclusione di Vigevano realizzato dal regista Mimmo Sorrentino e da Teatro incontro.

La pièce L’infanzia dell’alta sicurezza, frutto di un laboratorio iniziato due anni fa in carcere, è diventato un evento approdato in teatri nazionali. Grazie alla collaborazione con il Teatro stabile lo spettacolo sarà in scena al teatro Gobetti di Torino, dal 4 al 9 aprile.

L’alta sicurezza del titolo è quella dell’infanzia protetta e paradossalmente tutelata di otto detenute del carcere di Vigevano. Queste donne, alcune con cognomi pesanti, hanno raccontato la propria esistenza mettendo a nudo il proprio dolore. Tutte saliranno sul palco ma ciascuna senza l’ombra della propria biografia, perché a raccontarla sarà un’altra detenuta, portatrice di un passato, di un’infanzia diversa, di cui rendere partecipi gli spettatori.

La conferenza stampa in Consiglio regionale è organizzata dall’Ufficio del Garante delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale della Regione Piemonte, Bruno Mellano, che osserva: “è significativo che alle detenute impegnate nello spettacolo sia stato concesso dal magistrato di sorveglianza un permesso di “necessità con scorta”. Si tratta di un precedente interessante: stabilire che il teatro, per delle persone recluse, non solo sia utile ma “necessario”, significa attribuire alla detenzione il significato e il fine rieducativi sancito dall’articolo 27 della nostra Costituzione”.

Anche per questo motivo l’iniziativa è ritenuta particolarmente significativa, in quanto auspicabilmente replicabile in tutte le carceri.

All’incontro parteciperanno, oltre a Bruno Mellano e al regista Mimmo Sorrentino, il direttore del teatro Stabile Filippo Fonsatti e i direttori degli istituti penitenziari di Torino, Domenico Minervini, e di Vigevano, Davide Pisapia.

Sarà l’occasione per presentare anche gli eventi collaterali che si terranno a Torino e in cui sarà coinvolto il regista (incontri teatrali e con gli studenti universitari e delle scuole medie superiori).

 

I fatti in breve

  • L'infanzia dell'alta sicurezza è una pièce che vede in scena alcune detenute.
  • Lo spettacolo è in cartellone al teatro Gobetti di Torino dal 4 al 9 aprile.
  • La regia è di Mimmo Sorrentino.

Dichiarazioni

Bruno Mellano, garante regionale dei detenuti, osserva: “è significativo che alle detenute impegnate nello spettacolo sia stato concesso dal magistrato di sorveglianza un permesso di “necessità con scorta”. Si tratta di un precedente interessante: stabilire che il teatro, per delle persone recluse, non solo sia utile ma “necessario”, significa attribuire alla detenzione il significato e il fine rieducativi sancito dall’articolo 27 della nostra Costituzione”.

Link associati