Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Lavori in Commissione, 27 febbraio

La prima Commissione, presieduta da Vittorio Barazzotto, si è riunita nella prima convocazione del 27 febbraio, per svolgere le consultazioni in merito al disegno di legge n. 237 “Bilancio di previsione finanziario 2017-2019”, con le associazioni e gli enti interessati, invitati dalla Commissione stessa a intervenire.

Erano presenti Alleanza delle cooperative, Cisc, Cisl, Rete imprese, Uil, Cgil, Federconsumatori, Adiconsum, Csa, Acu, Unicoop, Ance, Crpo.

Alle sollecitazioni provenienti dai consultati, l’assessore Aldo Reschigna ha risposto che di fatto il Ddl in discussione al momento non iscrive i fondi statali, che saranno inseriti soltanto dopo il loro accertamento. In particolare, circa le politiche sociali, è vero che risultano meno fondi, tuttavia si deve tener conto che i trasferimenti statali subiranno probabilmente un calo di 200 milioni e che la Regione sta cercando di far fronte alla cosa con mezzi propri. Inoltre, per il momento gli ex extra Lea sono iscritti per 20 milioni e non 74, come l’anno precedente, poiché torneranno in capo alla Sanità. È comunque previsto che da parte della Regione si arriverà a 39 milioni, aggiungendone 19 rispetto a quelli attualmente stanziati.

Terminata l’audizione, è intervenuta l’assessora Monica Cerutti che per le materie di sua competenza, ha precisato che sono stati stanziati 30mila euro per la Commissione pari opportunità, 100mila per il fondo di solidarietà  e 150mila per il funzionamento della legge.

Ha concluso l’assessora Giueppina De Santis, che ha presentato le tabelle in materia di partecipazioni regionali. Lo stanziamento 2017 è in questo caso pari a 20,58 milioni di euro, mentre lo scorso anno e per i due anni successivi di oltre 23 milioni. In particolare, a Scr andranno 15,7 milioni, all’Ires 3,3 milioni (erano 4,1). Per quanto riguarda invece la l’aumento di capitale di Finpiemonte, sono stati impegnati nel 2016 126milioni.