Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Anno sportivo piemontese 2017

“Anche in un'occasione prestigiosa come questa, in cui illustri personalità del mondo dello sport vengono insignite di riconoscimenti e stelle al merito, il Consiglio regionale del Piemonte è presente per promuovere e ribadire quanto indispensabile sia introdurre l’attività sportiva nella vita di ognuno,  in termini di prevenzione e di benessere. In questi anni anche saggiando sul mio corpo i benefici della pratica sportiva, mi è venuta una sorta di passione-ossessione per la diffusione della pratica sportiva in chiave di salute pubblica. I dati scientifici ci dicono che i campioni olimpionici e gli atleti professionisti vivono in media tre anni in più della media della popolazione. L’azione quotidiana di sensibilizzazione che anima il Consiglio e in particolare il lavoro degli Stati generali dello sport e del benessere vanno proprio in questa direzione, contrastare la sedentarietà e far comprendere i benefici di una regolare attività fisica anche in termini di ricaduta sui costi per l’assistenza sociale e sanitaria”. In questo modo si è espresso il presidente del Consiglio regionale, Mauro Laus, nel suo intervento al Teatro Piccolo Regio Puccini, il 22 febbraio, alla cerimonia d'inaugurazione dell’Anno sportivo piemontese 2017.

Tra le autorità presenti il presidente del Coni nazionale, Giovanni Malagò, quello piemontese, Gianfranco Porqueddu, il presidente del Comitato paralimpico italiano, Luca Pancalli e piemontese, Silvia Bruno.

Presenti anche l’assessore allo Sport della Città di Torino, Roberto Finardi, e il giornalista e scrittore Darwin Pastorin che sono saliti sul palco con gli altri rappresentanti istituzionali per parlare di sport, salute ed eccellenze olimpiche e paralimpiche.

Nel corso della cerimonia sono stati premiati dirigenti, tecnici e atleti che si sono distinti particolarmente con le benemerenze e onorificenze istituzionali del Coni.

Un premio speciale, come dirigente sportivo dell’anno, è stato attribuito a Evelina Christillin per essere stata eletta (unica donna) come membro aggiuntivo della Uefa (Unione delle associazioni calcistiche europee) nel Consiglio della Fifa (Federazione internazionale di calcio).

Premio speciale anche ai campioni piemontesi medagliati ai Giochi Olimpici e Paralimpici di Rio 2016.

La cerimonia è stata aperta dal Canto degli italiani interpretato dal coro del Liceo sportivo "Francesco Vercelli" di Asti.

Link associati