Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Testimonianze fossili

Prosegue la collaborazione tra il Museo regionale di Scienze naturali e il Consiglio regionale del Piemonte con la rassegna Collezioni minime a Palazzo Lascaris, piccola esposizione di pubblicazioni e reperti naturalistici sistemati in due vetrine poste all’ingresso della sede del Consiglio regionale.

Il primo appuntamento del 2017 è con la sezione di paleontologia del museo, il cui patrimonio conservato è costituito da preziose collezioni di fossili di importanza storica e scientifica.

Normalmente alla parola fossile si associano gli esseri viventi del passato, in particolare i grandi rettili volanti, gli ittiosauri e soprattutto i dinosauri.

A questo panorama manca però un elemento fondamentale: il mondo vegetale, primo colonizzatore delle terre emerse, base della catena alimentare, con la sua evoluzione racconta di cambiamenti ancora più impressionanti di quelli del mondo animale. Tra le Collezioni del Museo Regionale di Scienze Naturali sono presenti esemplari che testimoniano questa lunga evoluzione.

Nelle teche sono esposte tre sezioni lucidate di fusti, dove è possibile osservare le variazioni della fitta rete di canali che vincendo la forza di gravità portavano i liquidi vitali alle parti più alte delle piante. In particolare Calamites, forme fossili del Carbonifero e del Permiano (dai 350 ai 250 milioni di anni fa) erano parenti giganteschi, raggiungevano i 10 metri di altezza, degli attuali equiseti o code cavalline. Tietea, anch’essa del Permiano, è la forma fossile di un gruppo di felci ancora oggi viventi: le Marattiali. Sono particolarmente evidenti le  tracce dei fasci vascolari.  Infine Tempskia varians, proveniente dagli strati del Cretaceo superiore (attorno ai 100 milioni di anni fa) della Repubblica Ceca, è il rappresentante di un gruppo di felci arboree in cui il “tronco” era formato da sottili fusti circondati da radici aeree.

I fossili sono visibili fino al 7 aprile, dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 18.

 

I fatti in breve

  • Esposta una selezione di fossili vegetali nell'ingresso di Palazzo Lascaris.
  • Provengono dalla sezione paleontologia del Museo regionale di scienze naturali.
  • Le teche sono visibili fino al 7 aprile, dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 18.

Link associati