Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Il Comitato Diritti umani per l’infanzia

“Il 2017 vedrà il Comitato per i Diritti umani impegnato sul fronte dei ‘diritti dell’infanzia e dell’adolescenza’. È questo il tema caratterizzante a cui, in accordo con gli esperti, abbiamo deciso di dedicare la programmazione delle attività del prossimo anno, poiché proteggere i diritti dei minori è oggi più urgente che mai.
Ragionare sulle politiche per gli adolescenti, considerandole come parte delle politiche rivolte in senso più ampio ai giovani, è fondamentale così come è indispensabile coinvolgere sul piano operativo le giovani generazioni. Ecco perché il Comitato intende sottoscrivere, nei primi mesi del 2017, una convenzione con il  Dipartimento del Comitato Giovani della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco, per avviare una concreta collaborazione, sul tema della Libertà di stampa, nella quale sarà coinvolto anche il Corecom regionale”. Con queste parole il presidente Mauro Laus ha aperto la conferenza stampa di fine anno del Comitato per i Diritti umani.

La presentazione è stata preceduta dal video “Mamma non vuole”, sul tema della bigenitorialità, realizzato in collaborazione con l’associazione “Crescere insieme”, che porta avanti un’opera di sensibilizzazione rispetto al tema dell’affido condiviso e della mediazione familiare, come sottolineato dal fondatore dell’associazione e presidente nazionale, Mariano Maglietta. Il principio della bigenitorialità è infatti una condizione etica in base alla quale un bambino ha il diritto di mantenere un rapporto stabile con entrambi i genitori, anche in caso di separazione o divorzio.

Nel corso della conferenza sono stati inoltre rilevati alcuni dati significativi sulle attività del Comitato nel 2016.

In particolare, nell’ambito della rassegna cinematografica “Rights on the movie”, che ha proposto agli istituti scolastici superiori piemontesi cinque pellicole sulla tematica dell’immigrazione, gli spettatori sono stati circa 2.600.

Numerosi anche i convegni promossi che hanno riscosso un’importante partecipazione: dalla libertà di stampa e di pensiero, ai diritti dei cittadini europei, fino ai racconti di disabilità, immigrazione e infanzia.

Tra le iniziative programmate per il 2017 Laus ha poi ribadito l’ambizione di voler continuare a lavorare per l’istituzione di un Comitato unico nazionale dedicato alla difesa e alla promozione dei diritti umani, ispirato a modelli di agenzie operanti oggi in Paesi come Gran Bretagna, Olanda e Francia. Un obiettivo rispetto al quale si sta già muovendo il tavolo di lavoro a cui partecipano tre degli esperti del Comitato regionale,  la cui prossima riunione è in programma per gennaio 2017.  

All’incontro erano presenti i vicepresidenti del Comitato, Giampiero Leo ed Enrica Baricco che hanno sottolineato, rispettivamente, l’importanza sociale dei concetti di accoglienza e collaborazione,  e uno degli obiettivi primari da perseguire in futuro, quello di educare i giovani alla solidarietà e al rispetto dei diritti umani, attraverso un’adeguata formazione scolastica.

A conclusione della conferenza il presidente Laus ha annunciato che il video “Todo cambia”, realizzato dal regista Alessandro Avanteo per il Comitato, sarà presentato a Todi, il 25 gennaio prossimo allo “Human Rights International Festival”.

Prima della proiezione gli attori dell’associazione culturale Liberi pensatori “Paul Valery” sono intervenuti illustrando lo spettacolo “La  zucca vuota. Mezzanotte di un’illusione”, l’ultimo evento tra le attività promosse dal Comitato nel 2016.

L’opera, ideata da Daniela Vassallo e Alberto Ricci, sarà presentata in anteprima nazionale al Teatro Vittoria di Torino, domenica 18 e martedì 20 dicembre alle 20.30.

 

 

I fatti in breve

  • Nel corso della conferenza stampa di fine anno del Comitato per i Diritti umani sono state presentate le attività del 2016 e 2017.
  • Il tema caratterizzante il prossimo anno è quello dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.
  • Allo Human Rights International Festival di Todi, il 25 gennaio sarà presentato il docu-film del Comitato, "Todo Cambia", di Alessandro Avanteo.

Dichiarazioni

  • “Il 2017 vedrà il Comitato per i Diritti umani impegnato sul fronte dei ‘diritti dell’infanzia e dell’adolescenza’. È questo il tema caratterizzante a cui, in accordo con gli esperti, abbiamo deciso di dedicare la programmazione delle attività del prossimo anno, poiché proteggere i diritti dei minori è oggi più urgente che mai.Ragionare sulle politiche per gli adolescenti, considerandole come parte delle politiche rivolte in senso più ampio ai giovani, è fondamentale così come è indispensabile coinvolgere sul piano operativo le giovani generazioni. Ecco perché il Comitato intende sottoscrivere, nei primi mesi del 2017, una convenzione con il  Dipartimento del Comitato Giovani della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco, per avviare una concreta collaborazione, sul tema della Libertà di stampa, nella quale sarà coinvolto anche il Corecom regionale”. Con queste parole il presidente Mauro Laus ha aperto la conferenza stampa di fine anno del Comitato per i Diritti umani.

  • I vicepresidenti del Comitato, Giampiero Leo ed Enrica Baricco che hanno sottolineato, rispettivamente, l’importanza sociale dei concetti di accoglienza e collaborazione,  e uno degli obiettivi primari da perseguire in futuro, quello di educare i giovani alla solidarietà e al rispetto dei diritti umani, attraverso un’adeguata formazione scolastica.

Link associati