Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Green education, un protocollo

Tra le prime azioni c’è il Premio incubatori di green education per tutte le scuole di ogni ordine e grado, per valorizzare e stimolare percorsi didattici sui temi della sostenibilità e della green e circular economy.

Tutto questo rientra nell’ambito del protocollo d’intesa “La Regione Piemonte per la green education”, sottoscritto mercoledì 7 dicembre dagli assessori regionali all’Ambiente Alberto Valmaggia, all’Istruzione Gianna Pentenero, all’Agricoltura Giorgio Ferrero e da ventisei soggetti pubblici e privati, con lo scopo di promuovere la cosiddetta “cultura verde”.

I vari interventi hanno evidenziato come l’obiettivo sia quello di favorire il processo di cambiamento culturale e di competenze della nuove generazioni verso i principi della green economy e dell’economia circolare, dando avvio a nuovi percorsi di sviluppo e inserimento nel mondo del lavoro basati sulla sostenibilità ambientale.

Valmaggia ha sottolineato come la green education costituisca una prospettiva strategica e intersettoriale per la Regione.

Pentenero si è poi soffermata sulla realtà di una Regione che ha aggiornato il proprio repertorio di figure professionali inserendo nuovi profili legati proprio ai temi della green economy, dando priorità ai piani progettati in ottica verde.

In questi giorni è in fase di emanazione un bando, con una dotazione finanziaria complessiva di circa diciassette milioni di euro, volto a finanziare, tra l’altro, progetti formativi orientati all’economia verde.

Ferrero ha infine tenuto a rimarcare come anche nel Programma di sviluppo rurale l’innovazione, l’ambiente  e l’adattamento al cambiamento climatico siano assunti come obiettivi trasversali.

La Regione Piemonte avrà il compito di seguire lo sviluppo delle azioni che prenderanno avvio, attraverso il coordinamento della Segreteria tecnica, che assisterà e stimolerà tutti gli attori firmatari nell’intraprendere percorsi di azioni e coerenti con i suoi contenuti.

Tra le finalità condivise vi è anche la connessione tra formazione, istruzione, mondo del lavoro e in generale con tutto il tessuto socio-economico.

I fatti in breve

  • Mercoledì 7 dicembre è stato sottoscritto a Palazzo Lascaris  il protocollo d’intesa “La Regione Piemonte per la green education” con lo scopo di promuovere la cosiddetta “cultura verde”.
  • L’obiettivo è quello di favorire il processo di cambiamento culturale e di competenze della nuove generazioni verso i principi della green economy e dell’economia circolare, dando avvio a nuovi percorsi di sviluppo e inserimento nel mondo del lavoro basati sulla sostenibilità ambientale.

Dichiarazioni

Valmaggia ha sottolineato come la green education costituisca una prospettiva strategica e intersettoriale per la Regione.

Pentenero si è soffermata sulla realtà di una Regione che ha aggiornato il proprio repertorio di figure professionali inserendo nuovi profili legati proprio ai temi della green economy.

Ferrero ha tenuto a rimarcare come anche nel Programma di sviluppo rurale l’innovazione, l’ambiente  e l’adattamento al cambiamento climatico siano assunti come obiettivi trasversali.

Link associati