Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Diritti e Doveri per tutti

"Ringrazio la Consulta per le persone con difficoltà per avere organizzato questo concorso. Essere parte di una comunità pone il cittadino dinnanzi a diritti che devono essere tutelati e garantiti e a doveri che devono essere rispettati ed è proprio a scuola, primo veicolo di crescita, che si inizia ad imparare tutto questo. Il tema, e in particolare il concetto, sul quale i bambini e i ragazzi hanno dovuto misurarsi nel partecipare al concorso non è dei più semplici. Parlare di inclusione e di discriminazione presuppone una consapevolezza e una sensibilità che spesso non appartiene neanche agli adulti, eppure, attraverso i loro lavori, gli studenti presenti qui oggi, hanno dato esempio di cosa voglia dire assolvere ai doveri della solidarietà, dimostrando come il comportamento rappresenti la più grande forma di educazione e di rispetto".
Con queste parole il presidente del Consiglio regionale, Mauro Laus, ha salutato le otto classi vincitrici del concorso "Diventiamo cittadini responsabili e consapevoli: diritti e doveri per tutti" premiate a Palazzo Lascaris mercoledì 7 dicembre.
L'iniziativa si inserisce nel programma degli eventi organizzati in occasione della Giornata Internazionale delle persone con disabilità del 3 dicembre, a cura di Cpd (Consulta per le Persone con Difficoltà) del capoluogo piemontese, affiancata da Adn (Associazione Diritti Negati), dalle associazioni Volere Volare e Rete 119 e dal Centro Servizi Vol.To. (Volontariato Torino).
L'1 dicembre scorso, al PalaSport di parco Ruffini, oltre duemila studenti hanno partecipato a una giornata tra divertimento, sport e inclusione, con una grande azione di pittura collettiva, curata dal Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli – Museo d’Arte Contemporanea, e con il concorso dove si sono cimentati con elaborati, video e plastici sul tema della cittadinanza consapevole e responsabile.
Da Silvio Magliano, presidente di Vol.To, un apprezzamento per "la bellezza di quello che avete realizzato e per la grandezza dei concetti affrontati. Quando si vince un concorso di questo tipo bisogna essere contenti perché quello che si è raccontato diventa patrimonio di tutti".
Dello stesso tenore le parole di Giuseppe Antonucci, vicepresidente Cpd: "La vita di un buon cittadino è quella che si conduce tutti i giorni. Abbiamo la certezza che già oggi voi siete delle forze positive della società, lo siete nella vita di ogni giorno, a scuola e in famiglia".
Alla premiazione ha partecipato anche il vicepresidente del Consiglio regionale, Nino Boeti.

fmalagnino